Stampa
12
Nov
2008

ARMAMENTO.DELUSIONE PER ILMANCATO RINNOVO DEGLI SGRAVI CONTRIBUTIVI PER IL CABOTAGGIO

Pin It

COCCIAForte preoccupazione e grande delusione dell’armamento in merito alla decisione dell’Assemblea della Camera dei Deputati di respingere gli emendamenti volti ad estendere al cabotaggio con le isole minori i benefici in vigore da dieci anni e che mai hanno trovato un momento di attenzione per rendere strutturale una norma a salvaguardia dell’occupazione nel settore marittimo.
“La delusione – afferma il Presidente di Confitarma, Nicola Coccia - scaturisce altresì dal comportamento dei deputati della maggioranza che hanno votato compatti, bocciando nel corso dei lavori di approvazione della legge finanziaria, un emendamento dell’opposizione, nonostante esponenti della maggioranza stessa avessero presentato analoghi emendamenti a favore di tale misura nel corso dei lavori della Commissione Bilancio”.
“Dobbiamo con rammarico – prosegue Nicola Coccia – constatare che la logica dei blocchi espressa dal Governo prevale sulla condivisione che scaturiva dall’esigenza di dare un quadro di riferimento normativo certo all’armamento privato e pubblico. La situazione che si è venuta a creare potrebbe comportare il blocco dei servizi da e per le isole minori, pregiudicando la continuità territoriale del Paese, con evidenti disagi per la mobilità di cittadini che vivono in località disagiate ai quali verrebbero a mancare anche i rifornimenti forniti dai servizi marittimi”.
Tale è lo scenario in assenza di precise indicazioni del Ministro Matteoli al quale l’armamento richiede un concreto impegno ad attivarsi per recuperare la materia nel corso della discussione della Legge Finanziaria in Senato.