Stampa
17
Dic
2009

ìASSOMARINA PASSî E TANTO ALTRO,PER PROMUOVERE I î GIOIELLI DELLA PORTUALITAí TURISTICA ITALIANA

Pin It

Gli 80 porti turistici italiani associati ad ASSOMARINAS, in controtendenza con la crisi in atto nel settore, fanno squadra per promuoversi su quei mercati esteri vocati ad esercitare una crescente influenza turistica sul bacino del Mediterraneo ed in particolare sui mari italiani. 
“La nostra presenza collettiva al Salone Nautico Internazionale di Düsseldorf (Boot Düsseldorf 23-31 Gennaio 2010), così come quella al MIBS di Mosca il prossimo Aprile – anticipa Roberto Perocchio - presidente dell’Associazione – cavalcherà l’onda positiva ed anticiclica delle nuove importanti infrastrutture già realizzate o in corso di realizzazione con capitali privati lungo tutta la costa italiana. Si tratta di presentare nei due punti strategici e focali della nuova Europa continentale degli  autentici gioielli che contribuiscono ad innalzare lo standard dei servizi turistici nazionali”
Dal porto turistico di Loano, a Marina di Varazze in Liguria, a Porto Romano nel Lazio, a Marina di Stabia e a Marina di Mergellina  in Campania, a Marina di Riposto, a Marina di Cala del Sole di Licata, a Marina Motomar in Sicilia, a Porto degli Argonauti in Basilicata, a Marina di Brindisi, a Marina di Rodi Garganico, a Marina di Bisceglie in Puglia, a Marina San Pietro in Molise e darsena Marinelle in Abruzzo, a Marina di San Benedetto del Tronto, a darsena Cinque Vele, a Marina dei Cesari e a Marina Dorica nelle Marche, a Marina Cattolica, Marina di Rimini, Marina di Porto Reno e Marina di Ravenna in Emilia Romagna, al Porto San Felice, Marina Sant’Elena e Marina Fiorita, Venice Yacht Pier, Vento di Venezia e Porto Turistico di Jesolo nel Veneto, a Marina Punta Faro, a Marina Punta dei Gabbiani, a Porto San Rocco, a Marina San Giusto e Marina Sant’Andrea in Friuli, solo per citarne alcuni, si lancerà un forte messaggio di grande vitalità del settore delle imprese dei servizi alla nautica“ che, nonostante le difficoltà legate all’ aumento dei canoni demaniali e alla pressione dell’IVA, penalizzazione queste ancora irrisolte dalla Finanziaria in discussione – spiega Perocchio - ancora confidano nelle persistenti capacità di crescita del settore anche in relazione ai mercati emergenti come quello russo e nord europeo”. Ecco quindi che il Boot 2010 di Düsseldorf sarà la prima occasione per presentare oltre alle nuove infrastrutture  anche “ASSOMARINA PASS” che identifica la nuova politica associativa mirata a favorire e a fidelizzare la circuitazione diportistica lungo le coste italiane nell’ambito del sistema portuale turistico che ASSOMARINAS rappresenta.
“Con questa operazione- conclude il presidente Perocchio- nel mentre si è rafforzata la collaborazione e la cooperazione  tra porti, all’estero riusciremo a dare un importante segnale di “competitiva accoglienza italiana” con uno stile “custumer oriented”  che fa la differenza nella portualità turistica del Mediterraneo. Un’azione che a pieno titolo si inserisce nello sforzo congiunto che la nostra Associazione ha da tempo avviato con UCINA , FEDERTURISMO e con l’ I.C.E.”.