Stampa
06
Ott
2006

AVANZATA CINESE INFLUENZE SULLíASSETTO ECONOMICO MONDIALE E OPPORTUNIT¿ PER LE IMPRESE ITALIANE

Pin It

“Nel 2007 organizzeremo una missione per conoscere meglio la realtà cinese e stabilire sinergie volte a favorire relazioni utili allo sviluppo delle imprese armatoriali italiane”
L’iniziativa del Gruppo Giovani Armatori di Confitarma è stata annunciata dal Presidente Giuseppe Mauro Rizzo nel corso dell’incontro “L’avanzata cinese: le influenze sull’assetto economico mondiale e le opportunità per le imprese italiane”, svoltosi a Capri in occasione dell’Assemblea autunnale dei Giovani Armatori.
Lo sviluppo dell’economia cinese, con il suo ingresso nel circolo delle principali realtà economiche del mondo, ha condizionato ogni dinamica di mercato. Affrontare una realtà economica e culturale con caratteristiche profondamente diverse da quelle occidentali impone, innanzitutto l’esigenza di conoscere a fondo il mercato cinese per avviare nuovi business rispettando regole e costumi locali che sono diversi a seconda delle regioni del nord del centro e del sud di questo grande Paese.
Questi e molti altri temi sono stati illustrati da Pietro Formica (Professor of Economics, Jonkoping University, Sweden e docente di Economia della Conoscenza della Beihang University di Pechino), Rodolfo Helg (Docente di Economia Internazionale Università LIUC di Castellanza), Michele Sofisti (Titolare SOFOS Management - Strategie di Marketing Internazionale).
Il successivo dibattito, moderato da Alfonso Ruffo (Direttore “Il Denaro”) ha consentito di approfondire alcuni interessanti aspetti derivanti dall’”avanzata cinese” soprattutto in relazione alle possibili aperture per le imprese di navigazione.
E’ innegabile infatti il ruolo del trasporto marittimo nelle relazioni commerciali con la Cina che per sostenere il suo sviluppo economico ha sempre più bisogno di materie prime che vengono necessariamente importate via mare. Peraltro anche le crescenti esportazioni di manufatti cinesi viaggiano su navi portacontenitori dirette ai mercati occidentali.
In questo contesto, è evidente che sono notevoli le opportunità e i vantaggi che si schiudono per le imprese dello shipping che già costruiscono navi, trasportano merci e stipulano contratti di noleggio con operatori di quel paese.
“Nell'epoca della globalizzazione, le imprese dello shipping hanno un ruolo determinante – ha affermato Giuseppe Mauro Rizzo - la Cina è un paese centrale nell'economia dell'industria del trasporto marittimo”.
Sono intervenuti all’incontro Cleto Sagripanti, vicepresidente nazionale dei Giovani Imprenditori e Carmen Verderosa, presidente dei Giovani Imprenditori della Campania. Entrambi hanno espresso vivo apprezzamento per l'iniziativa promossa dai Giovani Armatori che ben si inserisce nel tema che verrà affrontato dal Convegno Nazionale dei Giovani Industriali che si terrà il 6 e il 7 ottobre a Capri incentrato sul tema dell'impresa al centro della politica e delle strategie internazionali per affrontare le future sfide della globalizzazione.
In particolare, Cleto Sagripanti, nel portare il saluto del presidente Matteo Colaninno, ha ribadito l’importanza della collaborazione instaurata con i Giovani Armatori per poter portare avanti iniziative comuni volte a consolidare le relazioni tra questi due importanti realtà giovanili dell’associazionismo nazionale.
Numerosa la partecipazione dell’ormai forte e unito Gruppo Giovani Armatori.