Stampa
06
Mar
2008

BOMBARDIER: LOCOTRATTORI PER IL PORTO DI SAVONA VADO

Pin It

È stato formalizzato lo scorso martedì, con la firma in calce al contratto del presidente dell'Autorità portuale di Savona-Vado Rino Canavese l'acquisto di due locotrattori dall'azienda Bombardier di Vado. Le due innovative macchine verranno utilizzate per la movimentazione all'interno delle aree portuali di Savona e Vado e potranno velocizzare notevolmente le manovre grazie a una caratteristica.
Infatti esse possono muovere indifferentemente su rotaia e su gomma, ritraendo le ruote metalliche per scendere dalla linea ferrata e manovrare su strada con altre ruote munite di pneumatici. Questa caratteristica permette di rompere la "muta" del convoglio, cioè la successione dei vagoni lungo lo stesso, con l'inserimento del locotrattore senza bisogno di scambi, utilizzandolo indifferentemente come locomotore o motrice su strada.
La capacità di traino va da 1700 tonnellate a 3000 nel caso la movimentazione avvenga rispettivamente su linee ferrate bagnate o asciutte. Capaci di esprimere una potenza di circa trecento Hp a trazione integrale, con una velocità massima di 30 chilometri all'ora e 25 tonnellate di peso sono le altre i due locotrattori sono costati oltre sei milioni e mezzo di euro e, in caso di necessità, potranno essere gestiti controllati dall'esterno grazie a una serie di comandi informatizzati.  

Fonte Cna