Stampa
15
Set
2008

CASADECOR'08: IL GRUPPO BOERO RIPORTA A NUOVA VITA AMBIENTI E OGGETTI

Pin It

Genova, Il Gruppo Boero - leader nella produzione di prodotti vernicianti per i settori edilizia, casa, yachting e navale -, anche quest'anno fornitore unico del colore a CasaDecor, ha presentato oggi nel corso della mostra torinese, un progetto ad hoc con il colore e per il colore per riportare a nuova vita ambienti e oggetti.

Per allestire i 25 ambienti della mostra, i più importanti designer e architetti d'interni internazionali hanno utilizzato i prodotti dei brand "Attiva", "Boero" e "Rover", e si sono avvalsi della consulenza dei tecnici del Gruppo Boero già protagonisti a Milano per CasaDecor06.

«Siamo orgogliosi di rappresentare Genova in un evento internazionale dicosì alto livello», sottolinea Olga Bottaro, Direttore Ricerca e Sviluppo - Marketing del Gruppo Boero. «Per la seconda volta firmiamo i muri della
seconda edizione di CasaDecor e non c'è una sola goccia di colore in tutta l'esposizione che non ci appartenga. Questo per noi significa avere la possibilità di essere in una vetrina ideale per proporre una nuova gamma
di prodotti vernicianti, creata apposta per l'interior design, che consentono cromatismi ed effetti decorativi molto particolari» .

Il Gruppo Boero, oltre che unico rappresentante per il proprio settore merceologico, ha un proprio spazio espositivo, "Atelier en tournant", un salotto-atelier ideato come un vero e proprio laboratorio di polifonia
cromatica: un mix di accenti, armonie, vibrazioni, atmosfera e calore. Un ambiente realizzato cavalcando le tendenze attuali che impongono una posizione sensibile alla situazione globale del pianeta.

«Alla ricerca del lusso si contrappone una domanda di libertà nel recuperare consapevolezza, nel riutilizzare e nel rinnovare attraverso l'uso di tecniche soft», spiega l'architetto Raffaella Fagnoni del Dipartimento di Scienze per l'Architettura dell'Università di Genova, che con Elena Pianese e Rosangela Bonifacio Santin ha curato l'allestimento dello spazio del Gruppo Boero. «E' il colore che trasforma, personalizza e rende nuovo attraverso la rielaborazione: abbiamo voluto fare espliciti riferimenti al mondo naturale e vegetale come richiamo alle origini, in
opposizione alla frenesia del quotidiano», conclude l'architetto Fagnoni.

Palazzo Villa, la secentesca dimora appartenuta ai Marchesi di Saluzzo di Cardè ubicata nella centralissima Piazza San Carlo di Torino, ospita fino al 25 settembre la seconda edizione italiana di CasaDecor dopo quella di
Milano del 2006. La scelta del capoluogo piemontese non è stata casuale: la città infatti, è stata nominata da ICSID (International Council of Societes of Industrial Design) "World Design Capital" per il 2008, rappresentando così un polo di attrazione imperdibile per gli operatori del settore del design e dell'architettura.

CasaDecor è nata negli anni '80 a Buenos Aires in Argentina e successivamente è stata organizzata in Brasile a Rio de Janeiro e San Paolo. In Europa sbarca agli inizi degli anni '90 con le edizioni di Madrid, Barcellona, Valencia, Lisbona, Oporto, Algarve e Londra. In Spagna e Portogallo la mostra è stata visitata da oltre 1 milione e 400 mila persone con una media di 50 mila visitatori per evento.