Stampa
20
Nov
2007

CONFESERCENTI PROVINCIALE DI SAVONA CRESCONO I SOCI

Pin It

Confesercenti provinciale di Savona. Milleseicento soci per un'Associazione che porta avanti le istanze e tutela gli interessi degli operatori economici e turistici del territorio. Lo fa al tavolo delle decisioni, come la giunta della CCIA di Savona della quale fa parte in qualità di rappresentante del settore commercio. Ma anche al di fuori dei palazzi, nelle strade e nelle piazze, accanto agli operatori soci e non.

"Quest'anno - racconta Francesco Zino, presidente Confesercenti provinciale Savona - abbiamo raggiunto una crescita degli iscritti a due cifre. Molto probabilmente perché abbiamo preso posizioni forti e chiare per  difendere con forza gli interessi della nostra categoria. Anche scendendo in strada e manifestando il nostro disagio".

Nello scenario ligure, la provincia di Savona è quella a maggiore vocazione turistica, con un deciso incremento negli ultimi anni legato allo scalo di Costa Crociere.

"Riguardo al tema turismo - riflette Francesco Zino - la questione più calda è quella delle strutture ricettive e della trasformazione case / alberghi che ci deve fermamente contrari".

Altro capitolo, la questione saldi e vendite promozionali.

"La regolamentazione prevista dal Testo Unico sul Commercio della Regione Liguria - è il commento di Zino - assolutamente non va bene e scontenta sia i favorevoli che i contrari alla liberalizzazione. Ci sono diversi punti del provvedimento che non ci soddisfano, a cominciare dal periodo indicato per questo tipo di vendite per non parlare poi dell'obbligo di esporre il cartello che annuncia l'arrivo dei saldi diversi giorni prima dal loro inizio. Alla Regione Liguria chiediamo quindi di sederci insieme ad un tavolo e rivedere l'intero provvedimento".

La difesa degli operatori economici, anche alla Confesercenti di Savona, passa attraverso la sfida alla grossa distribuzione.

"Da noi - conclude Francesco Zino -  esiste il Centro commerciale più grande della Liguria. Adesso è in progetto la realizzazione nel centro di Savona di una nuova grossa area, che si dovrebbe estendere su di una superficie di 12500 metri quadrati. La città non ha bisogno di un nuovo centro commerciale, se non si vogliono vedere i piccoli esercenti morire definitivamente. Ecco perché ci batteremo contro questa scelta".

Fonte Confesercenti Liguria