Stampa
30
Dic
2007

CONGRESSI E GARDA, UN MATRIMONIO FELICE. GRANDE SUCCESSO PER IL CALENDARIO 2007.

Pin It

RIVA DEL GARDA,  Si è chiusa all'inizio di dicembre, con un nuovo  esaltante successo di presenze e di eventi, la stagione congressuale 2007 di Riva del Garda Fierecongressi Spa. Anche quest'anno, come già nel 2006, il calendario è stato caratterizzato da una serie di appuntamenti qualificati, la maggioranza dei quali di caratura nazionale ed internazionale. Solo considerando l'ultimo periodo autunnale il Palazzo dei Congressi in riva al Garda ha ospitato 13 eventi su temi scientifici, sociali ed economici.

In totale le manifestazioni sono state 76 (+12%) con 87.000 presenze e 226 giornate di occupazione del Palazzo dei Congressi. Positivo anche il riscontro in termini di fatturato: il settore congressuale ha contribuito con 1.034.000  euro a cui si aggiungono 1.273.000 euro per l'incoming congressuale per un totale di € 2.307.000 (+19%).

Si è così ulteriormente consolidata l'attività del principale centro congressuale del Trentino, in linea con le indicazioni del Cda presieduto da Roberto Pellegrini. Non si tratta di risultati casuali ma frutto  di un certosino lavoro di promozione attuato nell'arco dell'anno dalla struttura diretta da Giovanni Laezza.

L’efficacia delle azioni di marketing realizzate è evidenziata non solo dalle maggiori entrate ma anche dal mantenimento del trend di crescita delle richieste di preventivo (RFP) ricevute nel 2007. Rispetto al totale delle RFP ricevute, 82 sono quelle non andate a buon fine, per ragioni diverse. La stagionalità turistica di Riva del Garda e le caratteristiche dell’offerta ricettiva in alcune occasioni hanno rappresentato un limite per un pieno sfruttamento delle potenzialità derivanti dallo sviluppo del segmento congressuale. Anche l’attuale conformazione del Palacongressi, che non permette lo svolgimento di più eventi congressuali in contemporanea, ha spesso portato allo stesso risultato.

In generale va rimarcato l'aumento del numero degli eventi congressuali (sia a carattere nazionale ed internazionale, sia a carattere locale e regionale), l'incremento dei ricavi per attività congressuale e l'aumento del 5% del margine operativo collegato delle manifestazioni.

L'ufficio congressi ha promosso svariate occasioni di contatto con numerose realtà italiane ed estere interessate alla vacanza congressuale: da marzo a novembre si è così concretizzata un’azione di promozione e di commercializzazione dell'offerta rivana in occasione delle più importanti manifestazioni del settore in Italia.

A metà ottobre è stato organizzato anche un educational direttamente sul territorio con la presenza di una quindicina di società specializzate ed aziende interessate all'area dell'incentive. In due giorni gli ospiti hanno così potuto apprezzare l'offerta tecnica collegata al Palazzo dei Congressi, ma anche delle proposte collaterali sul territorio. Di particolare gradimento, tra l'altro, sono risultati il borgo storico di Canale ed il castello di Toblino, il maniero situato direttamente sul piccolo bacino lacustre pochi chilometri a nord del Garda giudicato ideale per serate di gala di grande effetto scenico.

Ultimo appuntamento stagionale è stata la partecipazione alla 23.a Borsa del Turismo Congressuale (Btc), considerata la principale borsa italiana del turismo congressuale e incentive, e tra le maggiori in campo internazionale, ospitata l’8  e il 9 novembre nella nuova Fiera di Roma.

Lo staff di Riva del Garda Fierecongressi Spa ha aperto il calendario di attività promozionali già in primavera con le presenze alla Travel Trend di Milano e all'Exmeetex, ospitata al Mulino Stucky di Venezia.  Altri fruttuosi contatti sono stati finalizzati successivamente in altri due eventi poco conosciuti dal grande pubblico ma preciso punto di riferimento per gli addetti ai lavori a Rapallo e Portofino.