Stampa
01
Mar
2011

EDILIZIA, C'E' CHI RESISTE ALLA CRISI

Pin It

L’edilizia, come è noto, è uno dei settori centrali per il rilancio economico, perché coinvolge una filiera lunghissima e strategica. La stretta creditizia seguita alla crisi finanziaria degli ultimi ha contribuito, però, alla contrazione degli investimenti, seppur alla presenza di tassi di interesse molto contenuti.
Il comparto raccoglie oltre 65.000 società di capitali e solo 1069 sono quelle che in base agli indici di patrimonializzazione, redditività e indebitamente netto, risultano essere Best Companies.
La Lombardia è la regione con più società rappresentate, sono ben 279, infatti, le Best Companies presenti nel volume, seguita dal Lazio con 155 realtà, dal Veneto, dove per 122 Pmi si sono registrati importanti Trend di crescita e dall’Emilia Romagna con 114 società citate.
Certo, la strada verso la ripresa economica è ancora tortuosa per la maggior parte dei distretti della filiera. Lo studio realizzato, però, ha messo in risalto tutte quelle realtà che sono riuscite a conseguire risultati incoraggianti in termini di redditività o di volume d’affari, realizzando una crescita su almeno uno di questi due indicatori.
Emerge come una tra le prime realtà performanti del settore sia la CMC COOPERATIVA MURATORI & CEMENTISTI RAVENNA che ha realizzato un volume d’affari pari a 760.828.000 euro, conseguendo Trend di crescita importanti tanto sul valore della produzione (+43%), quanto sugli Utili (+53%) che ammontano a 10.008.000 euro. Situazione identica per BONATTI Spa che passa in un solo anno da 406.442.472 a 532.286.000 euro di Fatturato (+31%), congiuntamente ad un incremento del 24% ottenuto sul risultato d’esercizio che è stato pari a 40.645.000 euro. In crescita tra le altre la trevigiana GRUPPO PIAZZETTA Spa, che ha fatto realizzato un giro d’affari di 51.231.835 euro con un Trend positivo del 12% e COGE COSTRUZIONI GENERALI Spa, 40.868.400 euro di Fatturato ed un incremento del 26% riportato dal Gruppo parmense.
Buono anche lo score delle altre emiliane EDILE CARPENTIERI Srl, ubicata nella provincia di Rimini, che è riuscita ad implementare il proprio volume d’affari (31.434.625 euro) del 29% e FUTURA COSTRUZIONI Srl di Bologna (25.097.310 euro il valore della produzione) che realizza una crescita del 38%. In evidenza anche WOLF SYSTEM Srl di Campo di Trens, in provincia di Bolzano, che a fronte di 62.506.567 euro di ricavi ottiene un incremento del 63%; allo stesso modo COSTRUZIONI ZINZI Srl (Cz) che ha aumentato il proprio Fatturato (17.128.957 euro) del 27%. Nel novero delle società virtuose, rientra di diritto anche COOPER 2000 di Pisa che nell’ultimo esercizio raggiunge al contempo un Trend di crescita sul Fatturato (17.031.055 euro) del 27% ed un incremento del +9% sull’Utile Netto.
Apprezzabili allo stesso modo i buoni risultati raggiunti da SPINOSA COSTRUZIONI GENERALI Spa di Isernia, COLACEM Spa di Gubbio (Pg), GUERRATO Spa e da EDIL CRI Spa. La prima realizza un incremento del 23% sul Fatturato (10.158.515 euro), il Gruppo umbro della famiglia Colaiacovo, COLACEM Spa raggiunge, invece, quota 356.376.000 euro di Fatturato, per GUERRATO Spa di Rovigo i ricavi (81.664.487 euro) sono aumentati del 9%, mentre per il Gruppo bolognese EDIL CRI Spa il Trend positivo realizzato sul giro d’affari (16.253.591 euro) è stato pari all’11%.
Notevoli anche i Trend realizzati sugli Utili dalla parmense SOVE COSTRUZIONI Spa (+20%), dalla friulana CGS Spa (+29%), BRUNI GIORGIO & IVO Srl di Siena (+33%), CEMENTERIA DI MONSELICE Spa di Bergamo (+52%), UBALDI COSTRUZIONI Spa di Ascoli Piceno (+91%), DE SANCTIS COSTRUZIONI Spa di Napoli (+100%), ROEFIX Spa di Bolzano (+106%), CANCELLOTTI Srl di Perugia (+130%), PESARESI GIUSEPPE Spa di Rimini (+157%) e dalla barese DEC Spa (+380%).

(Centro Studi Economico e Finanziario Esg89)