Stampa
06
Feb
2008

GENOVA. FIM CISL: PREOCCUPAZIONE SU ERICSSON

Pin It

Genova,  Nel corso delle ultime settimane una serie di preoccupanti comunicazioni ufficiali della Ericsson riguardanti il futuro della Società hanno raggiunto i lavoratori e le rappresentanze sindacali.
In particolare: il 17 dicembre 2007 l’Amministratore delegato di Ericsson Telecomunicazioni ha comunicato alle Organizzazioni sindacali e ai lavoratori la decisione di applicare il Contratto nazionale delle Telecomunicazioni per i lavoratori Ericsson TEI a far data dal 1 aprile 2008 e si dice disponibile a trattare la sola armonizzazione salariale

Venerdì 1 febbraio 2008 tutti i dipendenti Ericsson ricevono dal Presidente Carl-Henric Svanberg la notizia che la società conoscerà nel 2008 un calo di produzione legato anche all’andamento del mercato, pertanto sono previsti la riduzione dei costi e del personale. Una comunicazione sulla intranet aziendale informa infine che gli esuberi di personale riguardano 1000 persone in Svezia e altri 3000 nel resto del mondoSpiega Lorenzo Rizzo segreteria FIM CISL: «Se da un lato sentiamo parlare di un forte investimento della Ericsson a Genova, con lo spostamento della sede agli Erzelli e il potenziamento dell'organico fino a 2000 persone, dall'altra il Presidente di Ericsson Carl-Henric Svanberg scrive ai dipendenti che la crisi del mercato comporterà esuberi per il 2008 pari a 1000 persone in Svezia e 3000 nel resto del mondo. Ricordo che i lavoratori della Marconi Ericsson patiscono da anni una situazione di crisi e dalla multinazionale svedese si attendevano investimenti, sviluppo e una valorizzazione di professionalità» - conclude Rizzo - «La FIM CISL insieme alle altre categorie si interroga su quali siano le reali intenzioni della società e per questa ragione abbiamo chiesto un incontro a Regione, Provincia e Comune di Genova per fissare con l'azienda un "patto territoriale" che dia effettivo sviluppo alla Ericsson e al territorio e consenta ai lavoratori di trovare la tanto sospirata serenità
In data 11 febbraio la rappresentanza territoriale di Genova, insieme alla RSU, sarà presente a Roma per l’incontro del coordinamento nazionale con l’azienda