Stampa
29
Set
2007

I MALACALZA LANCIANO LA RISONANZA MAGNETICA APERTA

Pin It

Sottoporsi a un esame di risonanza megnetica per alcuni è una vera e propria ordalia: l'aspetto asettico e avvolgente dell'unità tesla in cui ci si deve sdraiare non sono certo rassicuranti tanto che alcune macchine hanno installati apparati video o audio per distrarre il paziente, ma anche questo in certi casi non basta, rendendo necessarie blande sedazioni (o addirittura anestesie).
Adesso, grazie alle innovazioni compiute dalla controllata Columbus superconductors (di San Desiderio) nel campo dei cavi superconduttori al diboruro di magnesio la Paramed systems del Gruppo Malacalza ha presentato "Mropen" macchina da 800 mila euro in grado di effettuare qualunque esame di Mri mentre il paziente rimane in piedi o su un comune lettino medico, totalmente "all'aperto".
Mropen, che non utilizza elio liquido e ha un basso consumo energetico, utilizza nel suo magnete polveri di boro e magnesio prodotte nello stabilimento Ferrania di Cairo, rilevato dai Malacalza insieme ai soci Messina, Gavio e Gambardella. La nuova macchina è quindi sia un veicolo di eccellenza tecnologica tutta ligure che un "volano" di rilancio industriale per una realtà produttiva (Ferrania) che solo poco tempo fa sembrava destinata a scomparire.