Stampa
15
Gen
2010

IN VETRINA IL "SALOTTO BUONO" DELL'ECONOMIA ITALIANA

Pin It

Con 2.649 top società è il comparto della Meccanica quello che meglio rappresenta il ‘Made in Italy’ nel mondo. Il ‘Centro Studi Economico e Finanziario ESG89’ ha inserito 11.000 top aziende nella prestigiosa collana ‘The Italian Best Company’ tradotta in cinese e in inglese che sarà presentata prossimamente allo Shanghai Expo.
Un’iniziativa editoriale unica nel suo genere che rappresenta per la prima volta il Paese che si internazionalizza. L’Italia si conferma quindi come la fucina dell’industria Meccanica anche in questo particolare momento economico. Il 2010 sarà l’anno della svolta per tutte quelle medie e grandi imprese che avranno saputo reagire alla tremenda crisi mondiale.

A seguire fra i comparti più rappresentativi il Tessile-Abbigliamento con oltre 500 top companies, l’Alimentare con quasi 900 società, la Gomma-Plastica con più di 400 società e l’Edilizia con più di 1.000 aziende. Sono stati passati al setaccio oltre 200.000 bilanci delle società di capitali più rappresentative a livello nazionale, analizzati il trend del fatturato, dell’utile netto, degli oneri finanziari e del patrimonio netto 2007 e 2008.
<La Cina, come del resto tutto il Sud-Est Asiatico – afferma Giovanni Giorgetti Direttore del Centro Studi Economico e Finanziario ESG89 che ha editato la collana - rappresenterà per i prossimi anni la nuova frontiera delle esportazioni e del business. Occorrerà penetrare bene in quei mercati così come è stato realizzato negli anni ‘50-’60 nel Nord-America e nella Vecchia Europa. Le barriere linguistiche e culturali sono indubbiamente molto più alte, ma la caparbietà e l’abilità degli imprenditori nostrani non deluderanno>.
Tornando alla collana 239 sono le Top società in Abruzzo, 28 in Basilicata, 188 in Calabria, 297 in Campania, 2.137 in Emilia Romagna, 303 in Friuli V.G., 483 nel Lazio, 196 in Liguria, 1.495 in Lombardia, 568 nelle Marche, 85 in Molise, 852 in Piemonte, 494 in Puglia, 137 in Sardegna, 132 in Sicilia, 1.543 in Toscana, 312 in Trentino A.A., 371 in Umbria, 52 in Valle D’Aosta, 1.007 nel Veneto.