Stampa
12
Feb
2007

PER GLI INTERPORTI ITALIANI (UIR), PIATTAFORME TELEMATICHE E COLLEGAMENTI SATELLITARI

Pin It
AUMENTO DI CAPITALE PER UIR NET, LA SOCIETA' OPERATIVA DELL'ASSOCIAZIONE INTERPORTUALE

Parte il conto alla rovescia per Uirnet. La società che raggruppa 20 interporti italiani (a fine 2006 si è aggiunto anche l’Interporto di Livorno) si prepara a mettere a punto lo schema operativo della prima rete italiana di controllo, monitoraggio, sorveglianza ai fine di security e e ottimizzazione dei flussi, per le merci che transitano sul territorio nazionale.

Sulla base della Convenzione siglata il 28 dicembre con il Ministero dei Trasporti, Uirnet dovrà entro 120 giorni dalla data di registrazione del provvedimento, far partire la gara europea per l’individuazione del partner tecnologico che avrà il compito di realizzare la piattaforma hardware e software (e quindi anche le connessioni satellitari) sulla quale implementare il progetto.

«L’obiettivo – sottolinea Rodolfo De Dominicis, Presidente dell’Unione Interporti Riuniti (Uir) nonché di Uirnet – è quello di costruire un sistema di servizi a tecnologia avanzata, di assoluto interesse pubblico: un sistema aperto che consenta al Paese di “conquistare il controllo” per fasi sui flussi di merce che lo attraversano; ciò con conseguenze importanti in termini di capacità di programmazione delle infrastrutture, ottimizzazione nell’uso di quelle esistenti, definizione dei migliori percorsi, abbattimento delle soglie di traffico sulle strade. Ma anche e specialmente controlli di sicurezza, tracciamento dei carichi e quindi misure di prevenzione per il rischio terrorismo».


Recentemente Uirnet, proprio per affrontare la sfida lanciata nel 2006 e concretizzatasi prima nella definizione di un investimento pubblico, quindi nella firma della convenzione, ha recentemente provveduto anche ad un aumento di capitale a 520.000 euro.

E’ stata inoltre definita la selezione ad invito dell’advisor tecnico-legale che dovrà affiancare Uirnet nella gara per la scelta del partner tecnologico; la società selezionata è: Booz-Allen-Hamilton che è una delle top-company di consulenza strategica del mondo.