Stampa
20
Nov
2007

PREOCCUPA L'ARMAMENTO IL MANCATO RINNOVO DEGLI SGRAVI CONTRIBUTIVI PER IL CABOTAGGIO

Pin It

La Legge Finanziaria 2008, recentemente licenziata dal Senato, non ha rinnovato le misure in favore delle imprese che esercitano attività di cabotaggio marittimo con le isole minori. Si tratta di un duro colpo per la categoria che si vedrebbe privata di uno strumento di competitività su cui aveva potuto fare affidamento, seppure con continui aggiustamenti, da ben nove anni, cioè dal 1999.

Da tale anno infatti il cabotaggio comunitario è stato liberalizzato e tali misure sono state considerate in linea con le politiche di intervento auspicate dalle istituzioni comunitarie.Peraltro, il mancato intervento colpisce soprattutto le imprese che svolgono servizi marittimi a carattere sociale, quali il trasporto passeggeri e di rifornimenti tra continente e isole minori, pregiudicando la continuità territoriale del Paese e la mobilità di cittadini che vivono in località disagiate. Le imprese in questione danno lavoro a circa 2.100 marittimi oltre gli addetti impiegati a terra.
Al fine di recuperare l’inserimento di tali misure nel corso dell’iter parlamentare della finanziaria 2008 presso la Camera dei Deputati, Confitarma ha nuovamente sensibilizzato le Istituzioni e la classe politica ed ulteriori iniziative sono in corso.