Stampa
27
Gen
2012

Successo del progetto Ecomission

Pin It

alt Gli scooter elettrici si producono in Italia. La società Ecomission nella persona del suo amministratore e presidente Dr walter Pillonici informa che grazie all'ottenimento della omologazione europea, da parte degli enti di certificazione internazionali TUV- VCA ,a partire

dal mese di marzo inizierà a produrre nel proprio stabilimento di Genova Sestri P. il nuovo scooter elettrico " Ecojumbo 5000 Watt".  Parlare di nuove fabbriche a Genova è già di per se un fatto eccezionale ,in questo

 caso lo stupore aumenta ulteriormente se si tiene conto che quì si parla addirittura di una delocalizzazione al contrario , ovvero da Shanghai a Genova. " Abbiamo deciso di trasferire una linea di produzione in Italia",ci dice il Dr Pilloni,"poichè vogliamo seguire il nostro mercato domestico direttamente da Genova . Siano consapevoli che il numero delle richieste potrà solo aumentare nell'immediato futuro."

Ecco quindi che dopo quattro anni di gestazione il progetto Ecomission prende finalmente il largo e lo fa grazie alla caparbietà di questo imprenditore coraggioso e innovativo che prima di molti altri ha creduto che la mobilità elettrica fosse la vera alternativa al motore a scoppio. " Abbiamo richiesto ed ottenuto da parte del ministero dei trasporti di poter produrre oltre 500 veicoli anno in categoria L3 ,ovvero motocicli." continua Pilloni" Ogni gg vendiamo uno scooter o prendiamo nuovi ordini,siamo in ritardo di due mesi sulla produzione ed è questa la ragione che ci ha spinto ad investire nella nostra fabbrica di via Buccari a Sestri Ponente affinchè potesse ospitare questa linea parallela." Presto quindi avremo un Ecojumbo made in Italy ,dovrebbe essere il primo scooter elettrico motociclo di produzione italiana con caratteristiche tecniche paragonabili ai cugini inquinanti.


Ecojumbo è la vera risposta elettrica alle esigenze di chi si vuole spostare in silenzio e senza inquinare risparmiando inoltre il 90% dei costi di gestione. Ecojumbo essendo un veicolo eletrico è:

  • esente dal bollo 
  • paga metà assicurazione 
  • fa il pieno con 40 centesimi di euro

difficile trovare una ragione per non comperarlo soprattutto in un momento così drammatico come quello che stiamo vivendo a livello economico. Considerando che solo a Genova circolano circa 200.000 scooter, se solo il 5% venissero convertiti in elettrico la fabbrica di Pilloni avrebbe lavoro garantito per i prossimi quattro anni,con ricadute occupazionali molto importanti. "

Genova grazie al progetto Ecomission diventerà la città simbolo della mobilità elettrica,questo è il mio desiderio e auspicio" Conclude Pilloni. Non ci resta che fare i nostri migliori auguri a questo ,coraggioso imprenditore,augurandogli di trovare una sponda ricettiva nei nostri amministratori locali che sino ad oggi non hanno compreso il valore di questo progetto.

Per informazioni vai al sito di Ecomission veicoli elettrici

jumbo-pilloni-ritaglio