Stampa
07
Nov
2007

SEABOURN ESERCITA LíOPZIONE PER LA TERZA NUOVA LUXURY CRUISESHIP FIRMATA T.MARIOTTI:

Pin It

Genova, Seabourn – divisione luxury del Gruppo Carnival di Miami – un  anno dopo aver annunciato la costruzione di due nuove navi da crociera superlusso presso il  Cantiere T.Mariotti in consegna nel 2009 e nel 2010, ha deciso di esercitare l’opzione per una  terza con consegna nella primavera 2011; la scelta arriva in grande anticipo, sostenuta dal  buon andamento dei lavori di costruzione per la prima e il buon feeling che si è creato tra  l’Armatore e il Cantiere.

La decisione di Seabourn, porta la commessa per le tre nuove gemelle a 550 milioni di euro  confermando T.Mariotti leader al mondo nel settore ultra luxury cruise.
Una grande chance per l’occupazione e il prestigio della città di Genova e per un indotto  stimato, solo per il lavori a bordo, vicino al migliaio di unità.

Ognuna delle tre 32.000-GRT navi accoglieranno gli ospiti in 225 luxury suites, il novanta per  cento delle quali con veranda privata offrendo ai loro ospiti il rapporto spazio/passeggero tra i
più alti del mercato.  La specifica parla di navi lunghe 198 metri, larghe 26 con velocità di crociera di 19 nodi.  Il disegno stilistico degli architetti norvegesi Yran & Storbraaten è stato concepito per
incontrare il gusto più raffinato, sfruttando con eleganza i più moderni materiali e le più  avanzate tecnologie. Seabourn ha scelto di compiere il salto dimensionale affidando a T.Mariotti la costruzione di tre   Green Ships.

Green Star è la più alta garanzia anti inquinamento dell’aria e del mare; le tre navi  impiegheranno inoltre due sistemi propulsivi indipendenti in grado di far viaggiare la nave in
sicurezza anche in caso di avaria. La sicurezza a bordo è alla base del progetto, le tre navi  infatti anticiperanno gli standard che i regolamenti IMO (International Maritime Organization)
renderanno obbligatori per le costruzioni iniziate successivamente al 2009. La tecnologia  impiegata permetterà di gestire e monitorare le emergenze con un sistema computerizzato
dell’ultima generazione che controlla e coordina la sicurezza dell’intera nave, in grado di  assistere il comandante in ogni fase
.
Tra i recenti investimenti va ricordata la nuova Società CI.MAR. Costruzioni Navali SpA  costituita a San Giorgio di Nogaro con il Gruppo Cimolai per la costruzione degli scafi. Il nuovo
cantiere è già pienamente operativo: lo scafo impostato quest’estate è già in stato di avanzata  costruzione e a fine marzo 2008 arriverà a Genova, dove T.Mariotti sta costruendo le
sovrastrutture. L’intera nave sarà assemblata ed allestita presso la banchina del Cantiere.

T.Mariotti, ripetutamente premiato per le sue costruzioni completamente Made in Italy, ha da  tempo differenziato con successo le tre linee di attività.
Oltre alla costruzione di cruiseships e alla storica attività di conversione e riparazione navale,  nel 2008 consegnerà il primo megayacht dislocante con il marchio Admiral, 54 metri di
eleganza e tecnologia a cui seguiranno altri progetti su misura, a confermare l’inclinazione di  T.Mariotti a capitalizzare l’esperienza e a mantenere le proprie maestranze costantemente
aggiornate, per innovare e fissare standard sempre più elevati, destinati a rimanere nel tempo  come esempio per l’industria navale.