Stampa
26
Set
2011

WYSA da Venezia al Monaco Yacht Show

Pin It

alt“B to B” a 360° al Monaco Yacht Show di Montecarlo (MYS) per la delegazione del Venice Yacht & Ships Assistance (VYSA) per predisporre al meglio l’offerta di aziende ed ormeggi in coincidenza con l’America’s Cup che nel 2012 (12-20 maggio) vedrà la laguna di Venezia tra i suoi

protagonisti. “ Nella serata organizzata al Metropol di Monaco – spiega il presidente del WYSA Stefano Costantini – abbiamo radunato i più qualificati opinion makers della nautica internazionale per

spiegare loro lo “stato dell’arte” ma anche le grandi potenzialità che Venezia saprà offrire entro il 2012, non solo agli equipaggi dell’America’s Cup ma anche a tutta quella flotta di megayacht che seguirà l’evento. Un “sistema” di approdi, servizi tecnico-nautici ed opportunità che stiamo creando con cospicui investimenti sia nelle strutture che nel glamour”.

Al presidente di WYSA ha fatto eco quello di Venice Yacht Peer (VYP) e amministratore delegato di Venezia Terminal Passeggeri (VTP) Roberto Perocchio che, commentando una lunga serie di slides , ha ricordato come l’appeal della Città di san Marco in coincidenza con i grandi eventi internazionali ospitati annualmente dalla Città, si siano dimostrati i più potenti attrattori per richiamare sulle banchine della Serenissima una flotta di megayachts che in questa stagione ha superato le 210 unità. “ Gli importanti investimenti già operati nelle strutture e nella cultura dell’accoglienza- ha spiegato Perocchio – hanno premiato i nostri sforzi ed ora, in piena sintonia con altri imprenditori del settore siamo impegnati nel potenziamento e nell’adeguamento degli ormeggi per poter ospitare una sempre più ampia gamma di imbarcazioni di alta classe”. Ma è stato Alberto Sonino ,a.d. di Vento di Venezia, centro nautico nell’isola della Certosa e referente logistico della prossima competizione mondiale, ad anticipare le linee portanti del lay out dei punti strategici dove si svilupperà la regata e che sono già stati individuati tra l’Arsenale e la Città fino al “terreno di gara” antistante il Lido di Venezia.

I relatori non hanno mancato di ricordare i nuovi progetti in via di realizzazione come il porto turistico di Marina di Santelena nel centro storico e gli interventi di ampliamento e di riqualificazione della Certosa nonché l’ampia offerta dei servizi tecnico- nautici delle aziende associate nel VYSA , consorzio che proprio a Montecarlo ha registrato nuove richieste associative non solo venete ma anche da altre regioni marittime italiane. “ La nostra presenza nel Principato – conclude Costantini – tenuto conto dell’interesse suscitato da brokers e singoli cantieri , rappresenta il primo step di un lungo percorso mirato non solo a potenziare la nostra offerta di servizi e di punti d’ormeggio in Laguna ma, quel appare più importante, è la certezza che ora per Venezia e le sue aziende nautiche si apre una nuova rotta nella quale la parola d’ordine è : “ Yachting infrastructures Exapansion & upgrade” in uno scenario unico, ricco di storia, di tradizioni nautiche al servizio di una crescita esponenziale di questo particolare traffico elitario”.