Stampa
04
Lug
2007

A GENOVA LA PRIMA TRANSAZIONE IN EUROPA CON CARIGECASH EUROPA V PAY LA CARTA DOTATA DI MICROCHIP

Pin It
E' stata presentata oggi alla stampa in anteprima europea nel prestigioso salone di rappresentanza della Sede di Banca Carige la nuova carta di debito CarigeCash Europa V PAY, la nuova carta di debito paneuropea di Visa Europe, basata esclusivamente sulla tecnologia ‘chip & PIN’. La nuova carta rappresenta oggi lo strumento più semplice e sicuro per effettuare pagare e prelevare contanti in Italia ed in Europa e aderente, oltre che sui circuiti Bancomat e PagoBancomat, anche a quello europeo V PAY.
Il nuovo strumento di pagamento è stato realizzato in collaborazione da Carige, Visa Europe, Cogeban e SIA-SSB.
Carige Cash Europa V PAY rappresenta un prodotto utile, flessibile e sicuro in Italia e all'estero: grazie al chip funziona solo con il PIN per prelievi e pagamenti, garantendo per il possessore la piena sicurezza e l’impossibilità di essere clonato in modo fraudolento; i massimali possono essere modificati in base alle esigenze/disponibilità del cliente, senza ricorrere ad un'altra carta e senza variazioni di prezzo; sono ammessi prelievi di contante presso gli ATM del Gruppo Banca Carige sino ad un importo di mille euro al giorno.
Inoltre, come le altre precedenti carte Bancomat, presso gli ATM delle banche del Gruppo la carta Bancomat consente di avere informazioni in tempo reale sul conto e sulla polizza titoli, di effettuare giroconti e bonifici o di ricaricare il cellulare e le carte prepagate Carige Easypay.
C'è anche modo di garantirsi dal furto o dallo smarrimento, grazie a una polizza di Carige Assicurazione - inclusa gratuitamente nel prezzo - che copre i sinistri nel periodo che precede il blocco.
Il Direttore Generale di Carige Alfredo Sanguinetto nel suo intervento ha sottolineato come: "gli operatori del mondo bancario e le infrastrutture dell'industria dei pagamenti sono consapevoli che l'evoluzione delle tecnologie verso standard di piena fungibilità internazionale delle piattaforme, amplia le prospettive di mercato e fa emergere soluzioni d'eccellenza. E' questo il caso della carta di debito pan-europea V PAY, che soddisfa le esigenze del nostro gruppo bancario, da sempre innovativo nel mondo degli strumenti di pagamento. Attraverso la tecnologia EMV (introduzione microchip e PIN)

Carige offre alla propria clientela un livello avanzato di sicurezza. Ancora una volta con orgoglio si può affermare che il Gruppo Carige ha saputo coniugare una forte spinta verso l’innovazione – di prodotto e tecnologica – con la capacità di cogliere e soddisfare le esigenze di flessibilità e sicurezza manifestate dalla clientela”.
Alla presenza della stampa il Dottor Sanguinetto ha inoltre effettuato presso l’Antica Erboristeria San Giorgio di Genova la prima transazione reale con una carta V PAY.

Davide Steffanini, Direttore Generale dell’Ufficio di Rappresentanza Visa Europe in Italia, ha commentato: “Siamo felici di annunciare oggi, grazie alla collaborazione con Banca Carige, la prima emissione a livello europeo di una carta V PAY. Questo prodotto, conforme alle direttive della SEPA, rappresenta il primo, concreto passo verso l’offerta di carte di pagamento sempre più sicure e affidabili per tutti i cittadini europei. Grazie alla tecnologia chip & PIN di cui è dotata V PAY, infatti, i clienti di Banca Carige e di tutte le nostre banche socie potranno effettuare pagamenti con la massima sicurezza e godere in tutta Europa delle stesse condizioni economiche di cui usufruiscono in Italia”.
“Siamo inoltre convinti che, grazie alla semplicità e convenienza di utilizzo di V PAY, i titolari di carta saranno incoraggiati a pagare con carta anche importi di basso valore, creando così un circolo virtuoso che, riducendo i costi operativi di sistema, agevolerà i consumatori stessi”.
“V PAY è frutto dell’impegno di Visa Europe nei confronti dello sviluppo della SEPA”  ha proseguito Davide Steffanini “In qualità di società squisitamente europea, abbiamo voluto creare un prodotto indirizzato unicamente alle banche, ai consumatori e agli esercenti europei, tenendo conto dei requisiti di trasparenza, sicurezza ed efficienza che un prodotto finanziario del 21° secolo deve rispettare. In particolare i miei collaboratori e io siamo fieri che la prima vera carta e la prima vera transazione V PAY in tutta Europa abbia luogo proprio nel nostro Paese e siamo certi che questo prodotto incontrerà da subito l‘apprezzamento del nostro mercato”.

Secondo il Segretario di COGEBAN e Responsabile del Settore Monetica e Nuovi Canali dell’Abi, Alessandro Zollo, “l’iniziativa CarigeCash mostra come le banche italiane stiano già mettendo in atto il proprio piano per far evolvere le carte Bancomat e PagoBancomat verso prodotti pienamente europei tanto auspicati dall’Eurosistema. La migrazione verso prodotti basati sugli schemi Sepa (Single Euro Payments Area) – ha aggiunto Zollo - è ormai a buon punto ed entro la fine dell’anno tutti i terminali POS e ATM saranno in grado di accettare pagamenti con la tecnologia a microcircuito. Lo sforzo delle banche e del circuito domestico Bancomat/PagoBancomat in questo senso è stato elevato e sta producendo i risultati attesi, come testimonia anche la nuova carta CarigeCash che certamente porterà benefici ai clienti in termini di maggiore sicurezza e spendibilità e di minori costi di gestione. Proprio attraverso prodotti sicuri e facili da usare come questo – ha concluso il Segretario di Cogeban - sarà possibile avviare la WAR on CASH. Il progetto prevede una serie di iniziative per diffondere in Italia l’utilizzo di strumenti di pagamento elettronici, più moderni ed  efficienti, e ridurre la circolazione del denaro contante, colmando il gap che ancora ci separa dal resto d’Europa, dove le operazioni con il contante sono molto meno diffuse che da noi”.SIA-SSB ha collaborato come partner tecnologico alla nuova carta di debito CarigeCash Europa V PAY, in particolare per lo sviluppo del processing: attraverso la propria infrastruttura, SIA-SSB gestisce infatti l’erogazione dei servizi autorizzativi e di sicurezza per le transazioni effettuate sui terminali ATM o POS e la rendicontazione per il relativo addebito del titolare, nonché tutte le attività inerenti la definizione dei requisiti, la fase di testing, la messa in esercizio ed il post-avviamento.
“Partecipando alla progettazione e alla realizzazione di questo nuovo strumento di pagamento in partnership con Carige, Cogeban e VISA – ha affermato Nicola Cordone, Direttore della Business Unit Carte di SIA-SSB – abbiamo introdotto per primi in Italia e tra i primi in Europa la carta V PAY, predisposta per l’avvio della SEPA, l’area unica dei pagamenti in euro, previsto per gli inizi del 2008”. Il Gruppo SIA-SSB, presente in ben 10 paesi europei nell’ambito del card processing, è pronto a supportare le banche che volessero offrire prodotti SEPA compliant e la nuova carta CarigeCash Europa V PAY è la dimostrazione che offrire prodotti all’avanguardia in termini di sicurezza e di minori costi di gestione, è oggi realtà”.