Stampa
16
Mag
2008

BANCA CARIGE ACQUISTA 38 SPORTELLI DAL GRUPPO UNICREDIT

Pin It

Genova, La Banca Carige ha sottoscritto nella giornata odierna gli accordi per l’acquisto di 38 sportelli dal Gruppo Bancario UniCredit ad un prezzo provvisoriamente fissato pari a € 139,5 milioni, calcolato sulla base dei dati della raccolta totale relativi al 30 giugno 2007. Tali sportelli fanno parte di un lotto di 184 sportelli ceduti da UniCredit a 13 banche (di seguito le “Banche Acquirenti”) sulla base degli impegni a suo tempo assunti nei confronti dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.

Il perfezionamento dell’operazione, subordinatamente all’autorizzazione da parte delle competenti Autorità, è previsto entro la fine del quarto trimestre 2008. Con questa acquisizione, il totale degli sportelli del Gruppo Carige salirà a 641, a cui vanno aggiunte 376 agenzie assicurative.

La localizzazione dei 38 sportelli per provincia risulta essere la seguente: Agrigento (2 sportelli), Bologna (2), Catania (2), Forlì-Cesena (1), Messina (4), Palermo (12), Perugia (1), Rimini (2), Roma (8), Siracusa (3) e Verona (1). Gli sportelli saranno ceduti rispettivamente da UniCredit Banca S.p.A. (3 sportelli), UniCredit Banca di Roma S.p.A. (11 sportelli), Banco di Sicilia S.p.A. (20 sportelli) e Bipop Carire S.p.A. (4 sportelli).
Al 31 dicembre 2007 gli sportelli in questione intermediavano € 453,1 milioni di impieghi e € 1.232,4 milioni di raccolta totale.
Il prezzo corrisposto, a titolo di avviamento, ammonta a € 139,5 milioni ed è soggetto ad un possibile meccanismo di aggiustamento prezzo in funzione all’ammontare delle masse di raccolta diretta ed indiretta effettive alla data di cessione.
L’acquisizione degli sportelli dal Gruppo UniCredit verrà effettuata da Carige nell’ambito delle proprie disponibilità finanziarie mantenendo i solidi livelli di patrimonializzazione che tradizionalmente contraddistinguono l’operato del Gruppo, anche tenuto conto del recente aumento di capitale per complessivi € 957 milioni conclusosi nello scorso mese di marzo.

Nell’operazione le Banche Acquirenti sono state assistite da KPMG Corporate Finance, Mediobanca - Banca di Credito Finanziario e Rothschild in qualità di advisor finanziari e da Chiomenti Studio Legale in qualità di advisor legale mentre UniCredit si è avvalsa di Morgan Stanley in qualità di advisor finanziario e di Legance Studio Legale Associato in qualità di advisor legale.