Stampa
23
Feb
2009

CARIGE, RISULTATI PRELIMINARI 2008 ANCORA IN CRESCITA

Pin It

Genova,  Il Consiglio di Amministrazione della Banca Carige SpA, presieduto daGiovanni Berneschi, ha esaminato i risultati preliminari individuali e consolidati al 31 dicembre 2008, illustrati dal Direttore Generale Alfredo Sanguinetto.  Pur in presenza di un diffuso deterioramento del contesto economico e finanziario, le stime preliminari dei principali dati gestionali della Capogruppo relativi all’esercizio 2008 evidenziano uno sviluppo dei volumi intermediati e il conseguimento di un risultato economico positivo e in crescita rispetto al 2007, che consente di proporre una politica dei dividendi invariata rispetto all’esercizio precedente. livello individuale, l’esercizio si è caratterizzato per un positivo sviluppo dell’attività d’intermediazione creditizia, soprattutto nelle componenti della raccolta diretta da clientela, dei prodotti bancario - assicurativi e degli impieghi alle imprese e alle famiglie; ciò ha compensato gli effetti negativi derivanti dallo sfavorevole andamento dei mercati finanziari che ha determinato la contabilizzazione di minori commissioni da risparmio gestito, minusvalenze sul portafoglio di proprietà - peraltro riferite per la maggior parte a titoli obbligazionari, con rating elevato e acquistati sotto la pari e quindi destinati a recuperare il loro valore con l’approssimarsi della scadenza - e la svalutazione (impairment) di alcuni titoli non classificati nel portafoglio di trading.

L’effetto combinato di queste dinamiche e dell’imposizione fiscale, consente di pervenire ad un utile
netto per la Banca Carige superiore ai 210 milioni del 2007.
Alla luce delle stime preliminari di utile e previa deliberazione degli organi societari competenti, si
ipotizza la distribuzione di dividendi in contanti nella stessa misura dell’esercizio precedente: 0,08 Euro
per azione ordinaria e 0,10 Euro per azione di risparmio.

Anche successivamente alla distribuzione dei dividendi, si manterrebbe una robusta situazione patrimoniale poiché i coefficienti di vigilanza consolidati - al 31 dicembre 2008 stimati pari a: 6,7% il Core Tier 1 Ratio, 7,5% il Tier 1 Ratio e 10% il Total Capital Ratio - rimarrebbero su livelli significativamente superiori a quelli richiesti dalla normativa e tra i migliori del Sistema. Anche le stime preliminari relative al bilancio consolidato evidenziano un risultato economico positivo, con un utile netto di poco superiore ai 205 milioni del 2007.