Stampa
02
Mag
2008

ARRIVA LA ROMA AL FERRARIS PER UN ALTRA PARTITA DI CARTELLO CONTRO LA SAMP

Pin It

Partita che propone molte motivazioni in casa giallorosa, per i giochi incrociati con il Derby di Milano, ma anche per  l’acquisto del miliardario americano Soros che solleverebbe  la famiglia Sensi dalla bancarotta con i suoi 350milioni di debiti verso l’Unicredit. La Roma anche senza Totti e Juan in difesa arriva al Ferraris solo per vincere,sperando nel Milan,  cercando di mirare e spaventare l’Inter nell’ultima volata, ma anche per tenere distante  la Juventus per il secondo posto in classifica.  Ai lampi di Cassano la Roma proporrà  il suo gioco di squadra, l’unico albero di Natale del Campionato. Gioco che quando funziona non ha uguali e nell’ultima partita ha incenerito  il Torino  con 4 gol ad uno. Chi si aspettava una rometta dopo il pareggio casalingo con il Livorno, ha capito che difficilmente la squadra di Spalletti sbaglia due partite di seguito. Il Torino ha fatto l’errore di accettare la sfida sul piano del gioco,attaccando,lasciando  campo  a Perrotta e compagnia che sono micidiali negli spazi larghi;  l’altra faccia della medaglia  la Roma ha rischiato qualcosa nelle ripartenze disordinate dei granata.
La Roma preferisce aggredire,piuttosto che esserlo. Il difetto dei capitolini che quando qualcuno pressa De Rossi e i difensori giallorossi la squadra si inceppa e ritarda le ripartenze. Per fermare la Roma occorre un pressing alto e farlo per tutti i 95’ di gara.

Tatticamente Samp Roma l’ho spiegata con le considerazioni precedenti. Adesso sono curioso di vedere domenica prossima se Mazzarri, come gli è riuscito tante volte in questo girone di ritorno , non farà giocare bene  la Roma con il suo modulo tattico.

Aver costretto gli  avversari a giocare male non è un difetto per la Samp e il suo tecnico , ma un pregio,visto che i blucerchiati sono ad un passo dalla Champions ed hanno conquistato più punti di tutti .   4 2 3 1 è il modulo della Roma, e anche senza Totti, il suo capocannoniere,  i giallorossi sono andati a segno 66 volte e il vero centravanti della Lupa è sempre Perrotta non tanto per i gol segnati ma per le sue incursioni.
La Samp e Mazzarri dovranno essere bravi ad assorbire tatticamente le incursioni di Perrotta, ma anche seguire sui palloni inattivi Panucci e De Rossi abili colpitori di testa.
Contro la Samp Mister Spalletti è preoccupato per la sua difesa con Juan squalificato e Doni  e Panucci malconci, ma entrambi dovrebbero giocare domenica al Ferraris.

                                                             Lino Marmorato