Stampa
18
Gen
2008

ATALANTA AL FERRARIS CONTRO IL GRIFONE

Pin It

L’Atalanta ha perso l’ultima di campionato contro la Roma a Bergamo, ma recrima la scarsa vena sotto porta   dei suoi attaccanti: 6 palloni gol sprecati a tu per tu con Doni portiere giallorosso. Il Fantasma di Zampagna alleggia su Mister Del Neri che ha poco da rimproverarsi contro i giallorossi dal punto di vista del gioco e della tenuta atletica, ma l’allontanamento del carro armato ,ora al Vicenza , si fa sentire, nell’attacco nero azzurro. Totti e Mancini hanno fatto la differenza con i loro gol  con Floccari,Muslinovic  Ferriera Pinto, l’Atalanta ai punti meritava il pareggio.

Contro la Roma all’Atalanta mancavano Costinha,Talamonti e Simone Inzaghi, ma l’assenza più pesante è stata quella di Doni il “totti”orobico. Squalificato per  tre giornateil capitano,   gli atalantini  hanno perso due gare e pareggiata una con il Livorno, e dopo il 5 a 1 al Napoli l’attacco orfano di Doni si è inceppato. Contro i giallo rossi, Del Neri ha provato durante la partita tre moduli tattici. Ha iniziato con 4 5 1 passando ad 4 4 1 1 per finire al suo prediletto 4 4 2 con l’entrata di Muslimovic, l’ex attaccante del Parma che si è divorato due gol con la porta giallorosa sguarnita. Contro il Genoa rientra Doni, ma saranno ai box per squalifica Carrozzieri e Langella. Difesa da inventare per Del Neri ,  Costinha e Rivalta non recupereranno.

Con il ritorno di Doni ritorno all’antico con il 4 4 1 1 con Doni alle spalle di Floccari. I centrali saranno una novità con Pellegrino un argentino di un metro e novanta centimetri di altezza che ha giocato poco e Capelli bergamasco purosangue. Del Neri trainer degli orobici cercherà di volare sulle corsie laterali con Ferriera Pinto. Il portoghese con la sua velocità ha messo in crisi la difesa della Roma e Max Tonetto, e Padoin a sinistra ex Vicenza.

                                                              Lino Marmorato