Stampa
24
Mar
2010

BARI ASPETTA CASSANO

Pin It

Bari Parma 1 a 1 .Tutto un pareggio tra i pugliesi e gli emiliani. Un tempo a testa di giuoco con il Parma che nel primo tempo ha dimostrato di poter dominare i padroni di casa ed un secondo tempo con gli uomini di Ventura che hanno schiacciato i ducali.
Partita che andrà agli archivi più che per il giuoco perché per  la prima volta due assistenti al femminile in campo contemporaneamente:  la Signora Cini  e la signorina Santuari al debutto.
Il Bari nel primo tempo ha patito la condotta tattica del Parma.
I pugliesi sono partiti forte come al solito  ma  il Parma li  ha imbrigliati  con il possesso del pallone.
Non è più il Bari del Girone di andata ma la forza di volontà della squadra allenata da Ventura e sempre tanta.
Nel suo 4 4 2 la forza del Bari sono le corsie laterali e contro il Parma nel secondo tempo la differenza l’ha fatta la velocità di Alvarez a destra e Kamata a sinistra.
Ventura non abbandona mai il suo 4 4 2 ma nel primo tempo contro il Parma è tornato all’antico  facendo giocare Allegretti in posizione più centrale quasi da  trequartista per lasciare la corsia sinistra alla discese di Salvatore Masiello.Operazione che non ha dato buoni frutti e all’inizio ripresa subito dentro Kamatà.
Il Bari è stanco a centrocampo e Donati a 39 punti in classifica e salvezza raggiunta sembra aver tirato i remi in barca, i suoi passaggi orizzontali a centrocampo sono stati i migliori assist per le ripartenze del Parma.
 Per oggi  Ventura spera di recuperare l’attaccante Barreto  e probabilmente cercherà contro la sua ex squadra,  da buon genovese , di rendere difficile la passeggiata di Antonio Cassano nella sua Bari.
I dubbi per i galletti sono Almiron / Donati  a centrocampo , Koman/Kamata sull’esterno sinistro, Barreto/Castello avanti: domani mattina dopo la  piccola rifinitura le  scelte  finali.
Bari Samp sarà preceduta per onorare il gemellaggio da un corteo di tifosi dentro il S.Nicola.
La Curva Nord barese aspetta Cassano :  per la prima volta giocherà da avversario nel suo vecchio stadio.