Stampa
04
Ott
2010

BOLOGNA SAMPDORIA: PAREGGIO AMARO PER I BLUCERCHIATI

Pin It

Bologna Sampdoria 1 a 1 .Le firme dei gol sono tutte emiliane: autorete di Portanova e gol di Britos
La Samp continua  a non perdere ma non riesce a ritrovare la brillantezza di gioco, e   l’1-1 con il Bologna  non accontenterà  nessuno.
Le cronache racconteranno che il risultato è


giusto;  bisogna essere d’accordo se si esaminano  le prestazioni delle due squadre per  gioco e  velocità , ma per  le  poche occasioni sprecate da Cassano e Pazzini che  sarà  difficile rivedere  nel repertorio degli attaccanti blucerchiati , i tifosi doriani dovranno recriminare.
Il primo tempo è stato  a ritmi lenti: sembrava  una domenica di fine stagione  sia per il Bologna che per la Sampdoria.
Nella prima mezz’ora non è  accaduto  nulla. Di Carlo ha perso la voce richiamando  Cassano, chiedendogli di entrare nel vivo del gioco, e di insistere sulle fasce, con Semioli e Koman, ma le sue parole sono finite nel vento .
Nel secondo tempo  il  Bologna ha  pressato , mettendo  la difesa blucerchiata alle corde, non yrovando mai lo spunto vincente , gli emiliani devono  considerarsi fortunati perché nel  finale il pallone  gol è stato nei piedi di Pazzini, stregato da Viviano portiere rossoblu.
C’era Prandelli  al Dall’Ara  cercava Cassano e Pazzini, ma  ha trovato solo  due buoni portieri :  Viviano e Curci.
Cassano è stato il peggiore in campo oltre che nel comportamento .
All’uscita dal terreno di giuoco dopo la giusta sostituzione non ha salutato il compagno Pozzi e neanche la panchina blucerchiata.
Nella  giornata storta e nervosa  di Fantantonio bisogna aggiungere poi  un’altra macchia durante la partita, dimenticandosi di utilizzare la mano davanti alla bocca ,  ha discusso animatamente con Di Carlo sulla prestazione di Koman.
Pazzini:  pochi palloni giocati e male , Palombo e Tissone a centrocampo poco hanno potuto fare contro i mastini del  centrocampo rossoblu,  supportati solamente dalla collaborazione di Semioli e mai   dai rientri degli attaccanti  e dalle diagonali degli esterni.
La Samp rimpiangerà  i due punti lasciati a Bologna  avendo buttato  quelle poche occasioni costruite:  pur non giocando bene Cassano e Pazzini potevano chiudere la partita e portare via i tre punti.
Per  il tecnico doriano l’allarme più sonoro non saranno i gol mancati o salvati dai bolognesi, piuttosto la mancanza  di forma  di  qualche elemento di quelli proposti al Dall’Ara di Bologna.
Meno male che arriva la sosta per gli impegni della Nazionale che consolerà Gastaldello, Palombo, Cassano e Pazzini convocati dal Commissario tecnico Prandelli . 

         (Lino Marmorato)