Stampa
27
Feb
2010

BOLOGNA SENZA DI VAIO CONTRO IL GENOA

Pin It

L’ultima di campionato il  Bologna spreca e la Juventus vince. Paradossalmente  il Bologna contro  la Juve ha giocato la miglior partita della stagione tra le mura amiche. La Juve fa due tiri e due goal, il Bologna produce tanto, ma ne fa solo un gol.  Così è il calcio, prendere o lasciare, una  Regola che premia chi sbaglia meno in difesa e in attacco.
I felsinei sono  è stati traditi dalla sua difesa  elogiata  da tutti nelle ultime settimane, contro la Juve  non è decisamente esente da critiche: perché quei due svarioni, uno ad inizio gara e l’altro a metà ripresa, che  sono costati una sconfitta che, il Bologna, non meritava.
Dopo essere rimasta annichilita dal gol a freddo di Diego, il Bologna sospinto  dal dinamismo di Buscè, giocatore polivalente  in tutte le parti del terreno di giuoco, dai garretti di Mundigay a centrocampo e dalla buona predisposizione di Zalayeta nel non far rimpiangere Di Vaio, ma solamente abile rispetto al bomber felsineo a creare varchi e spazi ma non sotto porta :  dopo aver scartato Buffon portiere della Juve  ha tirato in pieno su un palo a porta vuota.
Colomba ci crede nella  salvezza dopo la partita giocata dai suoi giocatori contro la Juve, ma il problema Di Vaio assente fino a fine Marzo alla  lunga potrebbe farsi  sentire.
Dal mercato invernale è arrivato Succi dal Palermo, Appiah, Pisanu,  Modesto dal Genoa, Savio tutti dalla serie A, ma il miglior contro la Juventus è stato Busce, l’unico in campo , che a gennaio marciva sulle Tribune del Granillo a Reggio Calabria in B.
Mister Colomba ha preferito rivolgersi alla vecchia guardia per sconfiggere il tabù Juventus.che dura da 17 partite, schierando Adailton passo lento ma piedi vellutati specialmente su punizione e Zalajeta.
Il modulo del Bologna  4-4-1-1, o 4 4 2  diventato ormai la tattica di riferimento per il tecnico rossoblu.
Colomba potrebbe fare qualche qualche cambiamento rispetto a domenica, come Britos (in panchina da diverse giornate) al posto di Moras, Succi per Zalayeta in attacco  e Buscè a ricoprire il ruolo di terzino destro, data l’assenza dello squalificato Raggi, ma probabilmente il tecnico rossoblu   non stravolgerà la squadra che ha giocato bene contro la Juve  con un ballottaggio sulla corsia di sinistra tra Mingazzini e Casarini , centrocampista cresciuto in casa.
In attacco  nella partita di metà settimana hanno giocato la coppia uruguayana  Gimenez e Zalayeta .