Stampa
13
Mar
2007

BRESCIA E COSMI BATTUTI DALLE TRE RETI DEL GENOA

Pin It

GOL GRECOBuona e bella vittoria  del Genoa sul Brescia per 3 a 0. Partita da due tempi.Primo tempo brutto con un Brescia disegnato da Cosmi primo  non prenderle, 5 difensori in campo a chiudere tutti i varchi ai rossoblu.Un catenaccio moderno, ma sempre un  catenaccio. Difficoltà per il grifo sfondare il muro dei biancocelesti.
Seconda parte della gara tutta rossoblu, podarsi per il cambio Di Vaio con Gasparetto, merito di Gasperini che ha 20 gioicatori a disposizione e li sfrutta tutti, e demerito di Serse Cosmi, quando ha pensato di vincere la gara facendo dei cambi poco produttivi, l'ha persa, due centrocampisti di rottura Hasmik e Lima per due  più offensivi Jadid e Mannini.
Spazio al grifo e spazio alla fantasia di Leon con Gasparetto in versione boa a far salire la squadra e in particolare Rossi a destra e Fabiano a sinistra.
Volando sulle corsie laterali il grifone ha  vinto la partita.
Il Brescia Cosmico è stato vittima della presunzione di aver vinto con la Juve, come successe al Mantova, qualche errore all'inizio ha voluto presentare il goleador anti Signora  Serafini, veramente impresentabile. Rivedendo il Brescia di oggi mi è sembrato di vedere in alcuni tratti il Genoa che perse per 3 a 0 a Treviso nel 2005, quando il buon Serse ci mise del suo tatticamente.

Bravo Gasperini, il calcio per funzionare ha bisogno di una serie di fattori inteagenti: abilità,tecnica tattica, qualità psicofisiche e rapporti interpersonali nello  spogliatoio, con tutto ciò si possono battere gli avversari applicando bene il turnover.
Il Genoa ha tutti questi elementi e quando funzionano fa cantare a squarciagola i suoi tifosi anche di Martedi, 16.ooo gli spettatori  al Ferraris.
In gol De Rosa non ormai una novita, Gasparetto 2 gol decisivo e Greco finalmente,
aspettando Di Vaio che arriverà e Adailton il vecchio balordo a 46 punti fa ben sperare a tre punti dal Napoli.
Mantova-Spezia termina con un pareggio per 0-0 in una gara dove nessuna delle due squadre e` riuscita a prevalere. Primo tempo povero di emozioni dove le formazioni non riescono ad offrire un buon gioco.Peccato che gli aquilotti non abbiano osato di più, quando l'hanno fatto sono anadati vicinissimi al gol con Colombo. La ripresa vede i gigliati spingersi in avanti  ma Santoni si riprende la porta dello Spezia dopo le opache prestaioni pecedenti.

L`ultima occasione capita a Colombo al 65` che potrebbe portare i suoi in vantaggio ma a pochi metri dalla porta non riesce a concludere come dovrebbe.Buono il punto dello Spezia conquistato al Martelli in attesa della legge del Picco di sabato prossimo contro l'Arezzo. 

www.nostalgia.it        Lino Marmorato