Stampa
13
Dic
2010

BRESCIA SAMPDORIA 1 A 0 KARAKIRI DI CURCI

Pin It

Brescia Sampdoria 1 a 0 . Rete di Cordova. Punizione da 30m,   e  “paperone” del portiere blucerchiato  Curci Il Brescia torna al successo dopo quasi tre mesi, non succedeva da 11 gare , la famosa partita della discordia con la Roma del 22 settembre.
Beretta buona  la prima,  conferma il suo lusinghiero bilancio quando debutta in panchina 11 gare :  4 vittorie, 5 pareggi e due sconfitte.
La Samp perde e le posizione “europa” si allontano.
Partita con poche occasioni, con la Samp poco pericolosa nel primo tempo e nella ripresa solo con Pazzini e qualche mischia nel finale.



Il Brescia nel complesso non ha rubato nulla, solamente per la voglia messa in campo. La Samp partita bene invece si è spenta. I blucerchiati hanno creato poco giuoco offensivo.
La manovra dei doriani è lenta, macchinosa. Sulle fasce l’affondo è stato  praticamente inesistente e così le opzioni offensive per rifornire di palloni bomber Pazzini  sono scarseggiate:  solo un’occasione, un pallone,   per il Pazzo e un miracolo del portiere avversario Sereni ha salvato  il risultato.
I doriani ci  hanno provato  un altro  paio di volte con Palombo con il pallone sempre alto. Palombo è sempre l'ultimo a mollare.
Nella ripresa ci si aspettava  la reazione Samp ma il gioco dei blucerchiati non è   decollato.
Gli ingressi di Accardi, Pozzi e Koman non hanno  cambiato  nulla.
Tanto  gioco a centrocampo e palloni scodellati in area dalla trequarti  alla disperata ricerca del varco che la difesa del Brescia non ha mai concesso.
Un atterramento di Palombo da parte di Zambelli ha fatto gridare al rigore i blucerchiati.
Samp condannata da un solo tiro in porta.   Di Carlo chiede di essere più concreti sotto porta ;   ma il poco lavoro sugli esterni e sperare che segni solo Pazzini, da l’impressione che la Samp non può regalare Cassano specialmente alle piccole e medie squadre della classifica.
E ‘ bastato l’errore di Curci per capire che i sintomi dell’assenza di Fantantonio  , non si stanno aggravando, ma sarà difficile guarirli.
Curci aveva dichiarato senza Cassano siamo più tosti, ma dopo Brescia avrà capito   che senza i suoi miracoli nelle precedenti partite i risultati non sarebbero arrivati.
Domenica  il derby ?  Partita tutta da giocare non più le alte posizioni della classifica, ma solo per il primato cittadino, con il fantasma di Cassano a volteggiare sul Ferraris.  
 
                                                       lino marmorato