Stampa
10
Mar
2009

CALCIO. 27∞ GIORNATA. PENSIERINI AMARI PER I ROSSOBLUCERCHIATI

Pin It

In testa non cambia nulla, vince l ’Inter contro il Genoa con catenaccio e contropiede, risponde la Juventus contro il Torino , con il gioco di rimessa. In testa la classifica il gioco latita e,  che l’Inter abbia la difesa che ha incassato meno gol è un “mistero glorioso” del calcio e del campionato,  perché i suoi difensori  non sembrano all’altezza di un primo posto  in classifica.

Abbiati salva tre volte il Milan  contro l’Atalanta priva di Doni e Floccari e Inzaghi mette a segno una  tripletta, ma i guai del Diavolo sono  sempre evidenti.
La Fiorentina è Kaputt,perde contro il Palermo in casa , tutti i nodi del mercato di gennaio  vengono al pettine, non si può vendere Pazzini e Osvaldo senza pagare dazio.

La Roma ormai  è la fotografia di De Rossi, squalificato in Champions ed in campionato. Troppo nervosi i giallorossi ,causa anche molti infortuni. All’Olimpico vorrebbero vincere senza giocare.
Un altro dato importante del campionato per coloro che ambiscono all’Europa e che sono davanti al Genoa, che i migliori in campo regolarmente consultando le pagelle sono i portieri.

Il Genoa  non ha ancora capito se può osare di aprire il cancello che porta in Champions. Visti gli arbitraggi degli arbitri di prima fascia  (Banti, Rizzoli, Rocchi,Morganti) nei confronti del Grifo nelle ultime 7 giornate di campionato,  sembra di no !  a sensazione di essere stati usati da Mourinho la scorsa settimana dà fastidio.ii di Ancelotti non sempre evidenti.ti infortuniLa sensazione di essere stati usati da Mourinho la scorsa settimana, dopo la direzione della terna arbitrale di Genoa Inter, dà fastidio.

Aggiungi un posto alla tavola della Champions:   la  Lazio  che vince la  terza gara consecutiva,  contro il Napoli in crisi: 2 punti su  27  e perde anche Maggio fino a fine campionato.
Nel mezzo è difficile fare la schedina, ma azzeccare solamente  la martingala di tre partite ,  con i testa coda di Catania  che vince a Palermo e perde in casa con il Siena, con il Palermo che si fa ubriacare al Barbera da 4 scoppole del Catania e vince  a Firenze.

Il Cagliari, di due mesi fa non si sarebbe fatto  raggiungere nel secondo tempo  dal  Chievo:  finita la benzina o è in atto  la sindrome “ specchio delle mie brame.. “sull’Isola.. dei non famosi !”
La Samp si  conferma a Bologna con  il   modello “gita Fuori porta” di tutto il campionato. Qualcosa non quadra se Peter Pan, il Talento di Bari, Cassanik  fuori dal Ferraris oltre ad incidere poco, non becca neanche falli dai terzinacci avversari.
In fondo si risollevano Bologna  grazie a Di Vaio, non più una sorpresa, ma 19 reti in 26 partite sono tante  per qualsiasi attaccante, per di più giocando con i felsinei.
In fondo spacciati Lecce e Reggina ? Può darsi si dividono la posta nello scontro diretto.   Per  il terzo posto per la B ,  lotta tra Torino(Novellino ha sistemato tutto eccetto l’attacco sempre e troppo  sterile  ),  lo stesso Bologna (nei piedi , ai piedi di Di Vaio) e il Siena di Giampaolo , (gli unici bianconeri del campionato a  giocare calcio) , ma sarà dura salvarsi   senza fare gol .

La Via Crucis della classe arbitrale(abbonandogli due stazioni)  si confermerà una Via Dolorosa ,per queste 12 giornate finali di   campionato.  Gli arbitri di Collina sono divisi in due tronconi : gli internazionali più Saccani e Morganti ,lasciando da parte gli errori tecnici o visti solo dalle moviole dopo ore ,  hanno una loro particolare  applicazione degli aspetti disciplinari rispetto agli altri colleghi:   cartellini gialli e rossi utilizzati male, che testimoniano che la loro sensibilità disciplinare e fermezza non è uguale nei confronti di  tutti i calciatori del campionato. Gli altri direttori di gara che non fanno parte della "casta” sono molti più bravi in congruità ed uniformità  nell’applicazione della disciplina in campo. A tutto ciò  dobbiamo aggiungere che la classe arbitrale, specialmente la “casta”  è terrorizzata da essere messa alla berlina dalle Moviole teleguidate a favore delle “sorelle”, che vivono solo in ottica euro dalla Champions , e non concedono più calci di rigore, come se la  Regola 14 fosse stata cancellata dal Regolamento  del gioco del calcio. Anche la 27ma giornata di campionato và in archivio senza una massima punizione concessa.
Da stasera allarme Champions, senza paracadute,   per Inter Juventus e Roma !  

                                                         Lino Marmorato