Stampa
19
Mar
2008

CALCIO 29∞ GIORNATA DI CAMPIONATO. MILANO CONTRO GENOVA

Pin It

L’Inter ha vinto con il Palermo grazie ad un buon primo tempo, ma i nero azzurri non si ritrovati sul piano del    gioco,  ed  ha battuto i siciliani grazie ai solisti e ai rosa nero molto rinunciatari. Preoccupazione all’Inter per tenere a distanza la Roma,bella e fortunata, la consapevolezza di non commettere errori li rende nervosi.
La scenata di Mancini dopo l’eliminazione della Champions per merito del Liverpool ha avuto l’effetto giusto e desiderato. Troppo disgregata la squadra e con molte esigenze personali coccolate e avvallate dal Presidente tifoso Moratti,  e qualche dirigente. Mancini ha fatto capire al petroliere nero azzurro che i giocatori quando vedono più diritti che doveri non portano da nessuna parte:  ha chiesto disciplina, senza disciplina non esistono  società e squadra.

S.Siro ha capito e dopo i fischi iniziali si è schierata con Mancini  e i capricciosi Figo,Viera, Ibra e compagnia  sono tornati all’ovile.

L’Inter contro il Genoa  dovrebbe giocare con i 4 3 1 2 con  turnover : domenica c’è Inter - Juventus a S.Siro.
La difesa, con la squalifica di Materazzi è quasi obbligata anche se le condizioni di Maxell e Chivu non lasciano tranquilli. Turnover per Cambiasso o Viera diffidati. Ibraihmovich,Cruz,Suazo e Crespo  per due maglie in attacco.Suazo e Crespo favoriti.
La chiave di Genoa Inter sarà nuovamente la differenza di qualità e la fisicità tra le due squadre, anche se gli uomini di Mancini non sembrano più tonici come nel girone di ritorno.
Il vecchio balordo può uscire indenne a patto di: non essere sconfitto nella volontà in partenza,attaccare e non difendersi ,tenere lontano dall’area di rigore i fisici nero azzurri, cercando di approfittare del momento particolare dell’Inter: vulnerabile sul piano psicologico e per una volta,sperare,   nel  fattore C .Il vocabolo C  vuol dire una cosa particolare,  ma anche cinico.

Milan a meno 8 dalla Juventus e dalla zona Champions. Gioca bene con la Roma l’ultima di campionato e perde. Un passo indietro rispetto alle altre gare dove giocava male e vinceva,specialmente fuori casa.
Allenandosi con continuità senza tappe infrasettimanali in Europa e in Campionato sono usciti alla ribalta i campioni milanisti: Kaka e Seddorf. I solisti rossoneri contro la Roma hanno fatto la differenza, ma anche il ritorno all’Albero di Natale tatticamente ha dato risultati positivi.
Il 4 3 2 1 o albero di Natale è il modulo che ha portato vittorie ad Ancelotti non solo in Italia,ma soprattutto all’estero.

Giocare a ritmo di crociera è sempre stata una prerogativa del Diavolo rossonero, ma senza le improvvise accelerazione di Kaka,Seddorf e adesso Pato, era nullo le trame tattiche  alla Penelope, dei rossoneri , specialmente a S.Siro dove perforare le difese chiuse degli avversari è stata dura.
Con la Samp a – 4 in classifica,  il Diavolo rischia. E’ il primo esame per capire se il Milan di Berlusconi il prossimo anno giocherà in Champions: Fiorentina e Juventus sembrano in fuga per il 3 e 4 posto in classifica.
Ancelotti ,dopo la sconfitta contro Spalletti e la Roma, ha due  preoccupazioni contro la Samp: prima  il Miglior Milan  della stagione è riuscito a spaventare solamente la Roma e farsi fare a pezzetti negli ultimi quindici minuti di gara. Merito della Roma o della benzina rossonera finita ? 2) non essere il solo a continuare a credere nella Champions 2008/2009.

Recuperano Kaka e Seddorf , e Kalac il portiere australiano dubbio. Milan al completo contro la Samp  con Pato unica punta.

                                                                 Lino Marmorato