Stampa
07
Apr
2009

CALCIO. 30∞ GIORNATA DI CAMPIONATO. LIPPI ELOGIA IL GENOA

Pin It

La giornata del calcio allo spezzatino dovrebbe aver consegnato lo scudetto all’Inter di Mourinho, in fuga ma non convincente sul piano del gioco a  + 9 dalla Juventus. Il Campionato è vivo solamente per la lotta Champions tra Genoa ,Fiorentina e Roma.

Per il Genoa parla  Marcello Lippi:  «Considero la stagione del Genoa esaltante . Non pensavo di poter usare questo termine, ma non credo di esagerare dicendo questo quando parlo della squadra rossoblù. Come si potrebbe definire la piccola  - almeno sulla carta, almeno in partenza, non certo alla prova dei fatti e del campo - che, quando il gioco si fa duro e i punti valgono doppio, non molla un centimetro, non perde un colpo, non si fa prendere dallo stress, non si fa schiacciare dalla pressione?

Per Fiorentina e Roma parlano le vittorie ottenute per la Viola in casa dell’Atalanta e per la Roma con due rigori contro il Bologna: Squadre piene di problemi che sperano solamente in un’ errore del Genoa .
Il Campionato è vivo anche in fondo alla classifica. La Reggina sembra spacciata  ma l’ultima vera spiaggia sarà il giorno di Pasqua al Granillo contro l’Udinese reduce dall’impegno europeo, visti i risultati delle concorrenti.

Lecce difficile da condannare dopo che ha combattuto contro il Milan fino al 90’. Preoccupa il Torino con guarito dalla cura Camolese, giunto alla quarta sconfitta consecutiva ,anche senza Novellino. L’altra squadra in apnea è il Bologna  non gioca male , ma la storia incomincia ad esser pericolosa per Mihajlovic che si consola con le sconfitte della altre in lotta per la serie B.

Il Siena compie tre passi in  avanti meritati, grazie al suo gioco contro una Lazio che crede solamente nella semifinale di Coppa Italia  contro la Juventus.

Chievo un’altra impresa, che non sa più di miracolo,  dopo aver perso solo una gara nel 2009.

La Samp giustamente arrabbiata, ma  non si può far sorprendere e raggiungere due volte dal Napoli di Donadoni. La squadra di Mazzarri può recriminare decisioni arbitrali a campo aperto sbagliate, ma deve recitare il suo “mea culpa”  per la difesa che continua ad essere schierata  a tre giocatori,sempre in versione “fate bene fratelli”, anche se l’impressione viene confermata , che la squadra di Mazzarri sia troppo Cassano dipendente , e quando l’estro di Peter Pan  latita  anche Pazzini non segna.

Calcio spezzatino  non piace a molti, ma piace  alla TV. Dal prossimo anno bisognerà fare i conti  con i soldi delle Tv per mantenere in piedi il Circo del calcio.
Si può tornare al passato riempiendo gli stadi per sostenere le società, ma sembra un percorso difficile.
Si possono ridurre gli ingaggi ai calciatori,sfoltire  le rose,eliminare i procuratori per contenere i costi , , non è un percorso difficile, ma difficilissimo, in un calcio in stato di confusione , anarchico, che non riesce a trovare un personaggio da mettere a capo della Lega di Serie A e B , con il risultato di lasciare il pallone in mano alla politica della FIGC.