Stampa
10
Dic
2008

CALCIO. A GENOVA IL DERBY VA IN SOFFITTA' MA SOLO X LE TIFOSERIE

Pin It

Il Derby non va in soffitta solo per le tifoserie. Ci sono volute  24h e vedere delle immagini a campo aperto per capire che era giusto annullare  il gol a Fornaroli , per la posizione di fuorigioco di rientro in precedenza di Del Vecchio. Questo potrebbe essere un monito per tutti coloro che si dicono “paladini” del calcio, ma in nome dello scoop e delle interviste arroventate, a caldo,  cercano di rovinare il gioco del pallone. Non ai tifosi ma agli addetti ai lavori bisognerebbe anche insegnare la tecnica di segnalazione delle posizioni di off-side da parte degli assistenti,  segnalazione che avviene tramite il posizionamento della bandierina: alta,media e bassa. In occasione del gol annullato alla Samp era media, ed in fuorigioco non poteva essere il “Tuna” Fornaroli.

Derby in archivio,caotico,tumultuoso, ma bello. Lo ha deciso Diego Milito con l’unica occasione da gol della partita. Cassano è bravo ,fa tutto, ma così lontano dalla porta non può fare anche gol.
Il derby a mente fredda ha dimostrato tutto quello che le due squadre hanno dimostrato fino alla 15ma giornata di campionato: pregi e difetti, ma con la grande differenza Milito dentro le aree avversarie, e la rosa a disposizione di Gasperini  fanno  la differenza.

Si gira pagina, il Genoa è atteso dal difficile incontro contro l’Atalanta, piccola e fragile in trasferta, ma alcuni accorgimenti tattici di Del Neri la stanno migliorando non solo tra le mura amiche. Tatticamente l’Atalanta sembra non essere più solo Doni e Floccari dipendente in fase offensiva  . Il doppio cuneo  creato da Del  Neri,  Valdez spostato a sinistra e Padoin al centro, con Doni pendolo tra le linee avversarie e Floccari uomo assist,    domenica scorsa ha fatto una vittima illustre la difesa schierata a tre giocatori dell’Udinese.
Gasperini, che ormai modella la sua squadra agli avversari studierà le contromosse tattiche .Difficilmente contro gli orobici si vedranno in campo Thiago e Milanetto, non nella versione play maker, ma neanche a rombo. Milanetto potrebbe essere favorito per le sue caratteristiche: gioca molto di  più senza pallone e negli spazi rispetto a Thiago Motta,che a sua volta è più bravo ,anche se lentamente, nel verticalizzare le azioni di gioco. Dopo la decisione del Gaspe, nasceranno i sondaggi. Ma l’importante sarà  vincere contro i bergamaschi.

Tra la tifoseria hanno fatto male le parole di Marotta al termine del Derby. Bisogna dare atto all’Amministratore della Samp della sua schiettezza:”Credo che il nostro programma sia all’altezza dei programmi; a gennaio valuteremo tutto con lucidità. Non escludo nulla ,si tratta di una finestra per cogliere delle opportunità al calcio mercato, ma anche oggi, malgrado la differenza di sforzi economici tra le due società,( Genoa e Samp) abbiamo giocato alla pari, reggendo il confronto”.
Siamo tutti d’accordo.  Garrone ha  salvato la Samp, la Samp ha creato un modello:grande equilibrio nei conti conseguentemente ad un obiettivo sportivo, che la squadra Primavera lo scorso anno ha centrato il grande slam, che il  salary cap della Samp non supera i 500mila euro, che la Samp ha cambiato due allenatori in sette, ma la classifica piange  e qualche ora di sonno potrebbe farla  perdere anche alla dirigenza e non solo ai tifosi blucerchiati;  a meno che  la differenza di soli tre punti alla 15ma di campionato rispetto allo  scorso campionato non lasci tranquilli i dirigenti della Doria, speranzosi che nel girone di ritorno possa avvenire un altro miracolo come lo scorso anno.

Per Mazzarri i problemi sono altri contro la Reggina dovrà inventarsi il centrocampo con Del Vecchio ,Franceschini squalificati e Palombo ancora probabilmente out:  probabilmente dovrà chiedere a Bonanni di alzarsi dalla panchina.