Stampa
13
Mag
2009

CALCIO. AL GENOA CONTINUA IL TORMENTONE GASPERINI

Pin It

Doppio allenamento al Pio Signorini.Juric e Paro in palestra, tutti gli altri a disposizione di Gasperini.Il croato , il capitano uncino rossoblu,  domani dovrebbe ritornare in gruppo ed essere arruolato per la difficile gara con il Chievo di domenica  prossima dove mancheranno per squalifica Mesto, Criscito ,Sokratis e Biava per infortunio oltre Paro.Oggi al Pio Signorini è arrivato con il papà alla guida,  Beppe Biava, baci e abbracci con tifosi e compagni.
«Siamo cresciuti anche quest'anno, vogliamo questo trofeo perché i nostri sostenitori lo meritano».
L'ultima di Preziosi su Gasperini è  di stamattina  e dovrebbe chiudere finalmente il tormentone Gasperini, il Joker ha detto a Radio e Radio:"Con il mister ci siamo visti anche recentemente e abbiamo pensato insieme di allungare di un altro anno il nostro contratto che come noto è già triennale. Io non ho mai avuto incontri con Alessio Secco o con altri dirigenti bianconeri per il passaggio di Gasperini alla Juventus. Se dico una cosa è la verità, non sono un pagliaccio". In casa rossoblu, dentro e fuori, incomincia a dare quasi più fastidio il “tormentone” Gasperini se andrà via, più  che il mancato  raggiungimento della Champions o la vendità di Milito e Thiago Motta.
Gasperini cadrà nelle lusinghe della sua Vecchia Signora ?
Preziosi continua a dire no, ma si ha l’impressione che sia un vecchio gioco del calcio: il rimpiattino a scoprire la prima mossa.

Gasperini sta meditando, quello che legge non lo tranquillizza sull’avventura bianconera: ”Non è gradito alla proprietà che lo ritiene non pronto a vincere subito, non è gradito ad una parte dello spogliatoio che non lo ritiene, per adesso, all’altezza di gestire un gruppo carico di esperienza e vittorie. Gasperini tecnico ed uomo di carattere, sarà schiavo dei senatori bianconeri? Gasperini soprannominato Gasperson a Genova accetterà senza battere ciglio gli acquisti di una dirigenza votata al risparmio, vogliosa di vincere tutto solo in nome e per conto del “censo” , e sarà pronto ad assecondare i roboanti proclami ad inizio stagione, come successe a Ranieri , finito dopo sulla graticola ?
Non sappiamo cosa succederà , in Gasperini vediamo Sacchi quando passo dal Parma al Milan, quando avrebbe pagato anni di carriera per vedere il Diavolo vincere con Apolloni, Mussi e Bennarivo; invece dopo due anni fu costretto ad arrendersi ai capricci di Van Basten e compagnia.
Si rifugio in nazionale , andò al campionato del mondo in USA con un risveglio meno rivoluzionario e senza il suo gioco: dovette affidarsi a Roberto Baggio e ai suoi gol invece che al suo gioco, finchè il codino non sbaglio il rigore, e dopo ritirarsi a fare il “filosofo “ del calcio, e l’ansia di andare in panchina a dover dimostrare i suoi dettami tattici: velocità ,intensità, partecipazione di tutti alla manovra in fase di possesso e di non possesso pallone
Gasperini pensaci ! La fantasia e i giocatori arrivati difficilmente sono schiavi della lavagna !
Indipendentemente d quello che succederà nel “tormentone “ Gasperini”, a questo punto sarebbe bello che tutta la decisione di aspettare la fine della partita con il Lecce per decidere il futuro di Gasperini e del Genoa , fosse anticipata.

Con Gasperini o senza Gasperini , Preziosi metterà in piedi una rosa adatta per l’Europa.
D’altronde Milito , Thiago Motta , Ferrari, arrivati gratis, sono merito del Joker. Dopo Gasperini ha fatto un calcio spettacolare, quasi il più bello d’Europa, ma come succede spesso e sempre nel mondo del calcio tutto è avvenuto in precedenza: il mercato.
Questa paura del Vecchio Balordo dell’ultimo Kilometro , non potrà mai offuscare il bellissimo campionato dove ha dato veramente tanto, ma scoprire che si è fermato sull’ultima salita perché non sazio, ma per altri motivi ,lascerebbe qualche piccolo amaro in bocca , e qualcuno non aspetta altro !