Stampa
04
Feb
2008

CALCIO. BELLO IL GENOA COMPLIMENTI A GASPERINI

Pin It

Complimenti al  Genoa e a Gasperini. Il grifone batte il Catania 2 a 1 ritrova  Figueroa e Di Vaio. Gasperini ha proposto il 4 4 2  e anche questo modulo ha dato dei risultati e potrà essere riproposto quando vorrà  Gasperini. Il Genoa ha vinto contro il Catania per lo spirito di  squadra, per le motivazioni e per la determinazione di voler  vincere .Lo strapotere fisico –atletico dei rossoblu ha evidenziato ancor di più le qualità tecniche di Borriello e Figueroa.

Gasperini indovina tutto, anche nei cambi e schiera la squadra in modo ottimale , senza tralasciare l’idea  di coprire tutti  gli spazi anche con due punte come Borriello e Figueroa in campo, schierando quattro giocatori sulle fascie e 2 a centrocampo senza escludere una punta.
In questo campionato si vince sfruttando le individualità e le motivazioni, ma al  Genoa le individualità non sono in grado sempre di fare la differenza e il Genoa per vincere deve muoversi collettivamente.
Gasperini ha ricevuto anche critiche per lasciare Borriello da solo nelle difese avversarie,critiche immeritate, e se adesso saprà migliorare l’organizzazione di squadra, anche con le due punte ,avrà molte soddisfazioni, potendo cambiare moduli  anche  in corso di partita.

Gasperini da quando è arrivato al Genoa ha dimostrato che il modulo conta poco.
Un efficace gioco di squadra  non può basarsi né esclusivamente ,né prevalentemente che su di una particolare distribuzione sul terreno di gioco.  Gasperini è stato  bravo a capirlo  contro il Catania  che tutto ciò ha la sua importanza,a condizione ovviamente che corrisponda alle caratteristiche generali tecnico tattiche dei giocatori a disposizione.

Contro il Catania lo ha dimostrato e chi non lo ha capito continui pure a tirare calci nei palloni del Genoa, ma la musica non cambierà e Gasperini andrà per la sua strada. Gasperini esce da vincitore contro il siciliani, anche se qualcuno dirà io l’avevo detto di giocare con il 4 4 2 .
Nel gioco del calcio la scelta di sistema di gioco ,della tattica ,con attribuzioni di compiti e di funzioni , è di secondaria importanza. La forza di un buon allenatore  di stabilire tutto ciò in base alle caratteristiche fisiche tecniche,tattiche dei giocatori a disposizione.

Con Figueroa,  oltre Borriello,   in campo se non trovi le combinazioni di gioco per portare il delantero nei 16 metri avversari, dove è micidiale,  fai poca strada e la tattica  c’entra poco.
Per fare tutto ciò il Genoa ha bisogno che  Konko,Rossi,Danilo,Fabiano,Paro Juric e Milanetto ,riescano a raddoppiare i loro movimenti, accorciando la squadra con pressing,sovrapposizioni e raddoppi di marcatura. Tutto ciò per chi frequenta il Pio Signorini e gli allenamenti non è una novità.
Borriello ha confermato tutto quello che ha fatto in questo campionato impazzando   da destra e sinistra , dimostrando di essere un’attaccante completo  e giustamente Donadoni lo ha  premiato  con la sua prima convocazione in Nazionale,  e per tutto ciò sarà sempre più grato al Genoa.

                                                                Lino Marmorato