Stampa
25
Nov
2006

CALCIO: BOLOGNA PERFETTO GENOA IN CRISI

Pin It

Leggendo i giornali, i quotidiani sportivi , politici nazionali , e no, ho riguardato  Bologna Genoa, per capire se dal vivo al  Dall’ara avevo  visto un’altra partita.
Un Bologna quasi perfetto, Tre schiaffoni al Genoa, la miglior prestazione del Bologna in questo campionato ecc. Rimango della mia idea ho visto la partita giusta.

Il Genoa ha sbagliato tutto, l’approccio alla gara innanzitutto.Non si puo’ pensare di aver la presunzione di andare su ogni campo e dettare legge,dominare nel possesso del pallone, nei calci d’angolo e non tirare mai in porta,attaccando globalmente
Il genoa di  Gasperini ha sbagliato nel lasciare un mare di spazio a personaggi che si chiamano Bellucci,Zauli e Marazzina in avanti,il Genoa  ha perso.

Bellucci nei primi venti minuti della gara e suoi  soci  d’attacco si  sono accorti  di essere in mezzo al mare e hanno subito approfittato dell’isola del tesoro rossoblu. C’entra poco  la saggezza tattica di Ulivieri  su i giornali presenta un 3 4 3 , ma nella sostanza ,come le precedenti squadre che hanno impattato con il Grifo, primo non prenderle e contropiede,con 4 giocatori  in difesa e 5 a centrocampo. La differenza l’ha fatta la classe dei tre soprannominati che nello spazio sono andati  a nozze.

Più  che le cronache o i commenti, guardando le pagelle dei protagonisti genoani al Dall’ara, si capisce perché  e’ caduto il grifo in Emilia, i voti peggiori sono per il portiere,il centrale difensivo, il playmaker e la punta d’attacco.

La spina dorsale di una squadra.
L’altro  argomento di giornata, che la dirigenza rossoblu l’allenatore intervistati continuano a dare  l’impressione  di vedere il momento no, in un’altra ottica.
Non piace la parola crisi, ma crisi lo e’ se dopo 5 giornate confezioni  3 pareggi  e 2 sconfitte , se l’ultimo gol su azione risale ad un mese fa a Verona.
Il 3 4 3  è come  giocare alla Teresina,è bestiale, se non gira  il sistema offensivo,se non giochi con una squadra corta e compatta,se tutti gli undici in campo non fanno pressing in tutti i settori del campo se ti mancano i giocatori di grande personalità può  fare brutti scherzi, a tutto ciò,   ci aggiungi i gollonzi da Hit Parade della  storia del Genoa, come quello di Torrisi a Bologna, , la frittata e’ fatta.

Attenzione a  rompere tutto il giocattolo di Gasperini, a novembre,  in questa serie b  compatta ed incerta  , dove tutte le squadre eccetto la Signora hanno perso dai 14 ai 18 punti, su 39,  può succedere di tutto.
Al vecchio balordo sta succedendo, il fattore C non esiste, ma bisogna aiutarlo specialmente fuori casa, criticare le punte a posteriori serve poco, specialmente non al Ferraris si può tentare di  rischiare di meno,per non passare da Zemalandia a Gaspelandia.
La differenza dopo calciopoli, la farà  sicuramente il mercato invernale di riparazione.Il Genoa non può sbagliare nessuna mossa e non potranno essere poche, ma mirate si,ogni gara che si gioca si aprono dei buchi.

Lino marmorato