Stampa
13
Gen
2010

CALCIO. CAMPIONATO 2010 AL GIRO DI BOA

Pin It

La classifica racconta che al giro di Boa che ci sono due partite importanti da recuperare per i quartieri alti  della classifica: Fiorentina Milan e Genoa Bari. I risultati di queste due partite porteranno  per le vincenti un   invito al tavolo della prossima Champions ed Europa League.
L’Inter è campione d’inverno, il Milan azzera la Juve , la Roma di Toni entra in zona Champions e il Napoli di Mazzarri imbattuto dal suo arrivo all’ombra del Vesuvio si insedia al terzo posto in classifica.
Tanto bistrattato il campionato italiano al termine del girone di andata dà l’impressione di riprendersi il titolo di quello più bello , se non del mondo, almeno d’Europa.
10 squadre in lotta per la prossima Europa che conta , compresa l’Europa League che sarà sempre più appetibile finanziariamente.
Probabilmente il calcio mercato  invernale in atto , per una delle rare volte da quando è stato istituito potrebbe dare la scossa giusta per raggiungere gli obiettivi europei.
Le squadre che sapranno  innestare qualità al posto giusto nelle rose già competitive si giocheranno la volata finale del campionato 2009/2010, a tutto bisogna aggiungere anche la variabile del prossimo campionato del Mondo in Sud Africa, che nel passato qualche strascico ha lasciato nelle squadre con tanti nazionali.
Un’altra variabile per il raggiungimento del risultato finale potrebbero essere gli infortuni , importanti,  dei giocatori.
La classifica 2009/2010 alla 19ma  giornata:  10 squadre in 7 punti che   possono giocarsi l’Europa, escludendo Inter e Milan, dai 33 punti di Juventus e Napoli,terze in classifica, ai 26 punti della Samp: Juventus, Napoli, Roma,Fiorentina,Parma, Palermo, Cagliari, Bari ,Genoa, Samp, con  5 di questi team che  hanno una partita da recuperare il 20 gennaio prossimo.
In fondo alla classifica la lotta per non retrocedere tra Siena ultima in classifica, Atalanta, Catania e Bologna.
La vittoria del Livorno sul Parma di  domenica scorsa mette Cosmi  nella condizione di gestire i 4 punti di vantaggio.
Nei recuperi  Bologna Atalanta, gara   importante per definire la classifica sul fondo ed Udinese e Cagliari altro test  per l’Europa e la retrocessione.
Le squadre che hanno lasciato il segno in questo girone di andata sono: il Milan “samba” di Leonardo , il Napoli “tarantella” di Mazzarri, il Bari “al pesto di Ventura” e aggiungerei due allenatori : Ranieri della Roma, un metronomo troppo serio per la Vecchia Signora e Delio Rossi del Palermo:  il lavoro sul campo al servizio del calcio.
La Fiorentina si conferma in Champions e in Campionato.
La furbizia di Pantaleo Corivino il direttore sportivo viola  all’antica ha lasciato il segno in questo campionato: Felipe Melo alla Juventus per 25milioni di euro è stato un colpo da “sette uomini d’oro” l’estate scorsa .
Si confermano nella parte sinistra della classifica dopo lo scorso campionato il Cagliari di Allegri e il Genoa di Gasperini, pur avendo giocato una massacrante Europa League.
Entrambi i due allenatori con la nomination in tasca  ,con Mourinho, per la prossima  Panchina d’oro, Oscar del calcio istituita  dall’Associazione Calciatori.

Per quanto riguarda il Grifo adesso il pallone passa al Joker rossoblu.  Gli assist di Preziosi  nella campagna invernale di rafforzamento 2010 saranno decisivi per far continuare il viaggio in Europa  al  Grifo e i suoi tifosi anche  il prossimo anno .
Le delusioni del girone di andata 2009/2010: la Juventus di Ferrara, ma  non bisogna dare tutte le colpe a Ciro,oltre ai dirigenti neofiti bianconeri aggiungerei il consigliere nascosto  della Vecchia Signora sulla campagna acquisti estiva: Lippi.

Bisogna aggiungere tra le delusioni  oltre l’Udinese in caduta dallo scorso anno anche la Samp di Del Neri partita a mille e arrivata a cento, senza che qualcuno fino adesso abbia dato una spiegazione, o capito il perché anche a Bogliasco, quartier generale blucerchiato.
Tutta colpa di Cassano e della sua mancata convocazione per i Mondiali ? Difficile crederci !
Il girone di andata ha raccontato in chiave blucerchiata che servono altre soluzioni di giuoco per andare in gol in casa Samp oltre a Peter Pan e non trovate per adesso,  dal suo tecnico.
Del Neri continua a giocare con il suo monotematico integralista 4 4 2 con gli esterni bloccati.
Per continuare il suo credo tattico in blucerchiato è arrivato un’altra ala per volare Guberti dalla Roma, con Franceschini che ha rescisso il contratto con la Doria per accasarsi al Brescia in serie B.
La speranza di tutti i tifosi della Samp che il 4 4 2 con Guberti, la ripresa di Semioli e Mannini e Padalino  ricominci a funzionare,  perché altre fonti di giuoco paiono non esserci, oltre Fantantonio  da Bari.

                                                Limo Marmorato