Stampa
28
Apr
2008

CALCIO. GENOA 0 EMPOLI 1. UEFA ARRIVEDERCI

Pin It

Genoa 0  Empoli 1. Il Genoa a cavallo della 15ma giornata di Campionato  sia all’andata che al ritorno ha messo in scena al Ferraris le più   brutte partite dell’anno: all’andata con il Siena sconfitta per 3 a 1, al ritorno con una giornata di ritardo con l’Empoli .Gare perse con lo stesso denominatore,  anche se in giornate di sole,  è saltata la luce in tutto il palazzo rossoblu: iniziando dalla difesa in bambola ,continuando con il centrocampo che oltre a non recuperare palloni, non ha avuto velocità ed idee tramite il regista e tutto è andato a discapito,dell’unica qualità che ha messo in mostra nelle gare vincenti il Grifone di Gasperini: l’organizzazione del gioco.

L’  attacco non mettendo la loro qualità al servizio della squadra, ma pensando solo al gol per la classifica cannonieri,(Borriello), hanno  messo in una condizione di criticità  la fase offensiva  rossoblu. Quando il 3 4 3 non funziona sono dolori per la fase difensiva se non si sfrutta quella offensiva.
Cagni il trainer dell’Empoli conoscendo bene le caratteristiche dei rossoblu è stato bravo a preparare la gara tatticamente annullando le corsie laterali con raddoppi e non vergognandosi in caso di necessità, quando il Genoa ha schierato tutto l’arsenale d’attacco a giocare con marcature ad uomo e con il libero.
Il modulo mobile dell’Empoli Giovinco Vannucchi ha messo in crisi la difesa rossoblu, senza avere una punta di ruolo. L’Empoli è stato bravo sul ritmo , un campo dove ultimamente nessuno ha battuto il Vecchio Balordo.
Il Genoa non può permettersi di giocare sotto ritmo contro nessun avversario in Serie A e probabilmente neanche in B.
Addio sogni di Uefa, rimane l’Intertoto se quelle davanti non vorranno parteciparvi, ma domenica  nella terra di Giuseppe Verdi a Parma il Genoa deve suonare la sua Aida con tutta la  sua  l’orchestra,  indipendentemente dalle motivazioni, altrimenti il rischio di un’altra stecca sarà preventivata e forte.

Avviso ai naviganti: il campionato del Genoa è ottimo, chi adesso si attacca alle delusioni e all’atteggiamento della squadra pensandola già in vacanza commette un grave errore. Dopo una sconfitta incominciare a parlare di non onorare il campionato con prestazioni incolori è fuori luogo.

Basta aver seguito le dichiarazioni post-partita di Gasperini:  a Parma si cambia e probabilmente ci sarà spazio per gli altri giocatori della rosa rossoblu, anche per capire chi tenere per il futuro rossoblu.
Un’obiettivo contro i Ducali domenica prossima  è rimasto :  la classifica capo cannonieri di Borriello,raggiunto a quota 19 gol da Trezeguet.