Stampa
28
Ago
2009

CALCIO. GENOA, CONTINUA LA FAVOLA IN EUROPA

Pin It

Non importa che sia nato in un recinto d’anatre: l’importante è essere uscito da un uovo di Cigno”.Andersen : Il brutto anatroccolo. Frase da clonare per il Grifone rossoblu. Una favola che deve essere vissuta ed apprezzata dal Pizzighettone all’OB. Primo obiettivo stagionale raggiunto per il Vecchio Balordo, pareggiando 1 - 1 contro l’OB in Danimarca, la qualificazione ai Gironi della nuova European League.
Prova di carattere e di esperienza contro i danesi degli uomini di Gasperini. Rossi e compagnia hanno sopperito agli incidenti di Crespo e Juric senza nessuna remora, ed hanno continuato a giocare contro i danesi senza cambiare il proprio atteggiamento tattico.

Il Genoa anche in questo inizio di stagione ottiene risultati perché non cambia modo di giocare in casa e fuori casa. I danesi hanno confermato di avere fisici di quercia e piedi di ghianda.
I danesi l’unica lezione ,ma non al Genoa, l’hanno data ai nostri amministratori, presentando un vero campo di calcio in tutte le sue strutture.A Genova è tutto difficile,anche avere uno spazio al Ferraris per vendere i regali ricordo delle partite europee , figurarsi per tutte e altre necessità del Vecchio caro Ferraris.
Il Genoa è stato bravo a reagire, e bene, dopo aver preso un gol al 48’ del primo tempo in pieno recupero,dimostrando di avere già accumulato nel mese di agosto una buona condizione psico fisica.
Gasperini anche quest’anno,rispetto alle altre squadre dove si inseriscono giocatori per continuare un percorso, ha fatto un altro “reset”,continuando nel suo laboratorio iniziato in C a Crotone, in cui la base principale sono il lavoro, la sperimentazione, il gioco collettivo.

Gasperini sa bene che il gioco è utile alle squadre che hanno campioni, mentre è indispensabile a quelle che hanno meno ! Il Genoa non è più alla ricerca del calcio totale moderno efficace, il Genoa ha una sua cultura di calcio e i giocatori che arrivano in rossoblu capiscono subito che devono seguire le idee e la didattica di Gasperini , che porteranno i più giovani ad acquisire maturità , ed autostima per i più navigati.
Il Genoa di quest’anno non cambierà rispetto al passato. Il gioco del Genoa è basato poco sulle individualità, in questo calcio moderno contano : tattica ,senso di posizione, fantasia collettiva,possesso di pallone, fluidità di manovra.
Il Genoa quando gioca corto, con pressing asfissiante,raddoppi e diagonali, marcature a scalare, affidandosi alle capacità di palleggio e tecnica collettiva con passaggi veloci, se la può giocare alla pari con qualsiasi squadra italiana ed Europa.
Oggi  a Montecarlo sorteggio dei gironi di European League. Tutti a fare calcoli e a sperare nella sorte, ma il Genoa targato Preziosi Gasperini ha ha dimostrato di non avere paura di nessuno, perché utilizza la miglior medicina del giuoco del calcio: fare il proprio gioco contro qualsiasi avversario.
Saranno tre giorni di mercato importanti per Preziosi.Sull’altalena nuovamente Mancini dell’Inter. Dopo aver parlato con Milito e Thiago si potrebbe essere convinto di tornare a lavorare seriamente con Gasperini per acquisire autostima nelle sue capacità .
Ma le sorprese sono dietro l’angolo,può darsi anche in uscita olte che in entrata basta aver pazienza . Ieri è andata male una trattattiva con un giocatore che sembrava in di svincolo.Inutile fare il nome e generare rimpianti.Acquisire concretezza è un dovere di tutti e non solo del Genoa società.
Il giocattolo Genoa adesso è anche prezioso dal punto di Vista finanziario, ma soprattutto è prezioso nella testa del Joker e della sua famiglia,questa la miglior garanzia per la tifoseria rossoblu, indipendentemente se ci saranno acquisti di qua a Lunedi prossimo alle ore 18.59.….

                                                             Lino Marmorato