Stampa
25
Set
2009

CALCIO. GENOA JUVENTUS 2 A 2. GOL, SPETTACOLO E CORSA

Pin It

Genoa Juventus 2 a 2 . Le  parole per  descrivere la sfida del Ferraris: Gol, spettacolo, fisicità e corsa .
Il Genoa c’è, anche dopo le polemiche e la sconfitta contro il Chievo. Una frase di un’anonimo dice: “ Molti uomini sposeranno un’idea, ma poi la lasceranno con una scusa che non ha fatto figli”.
Calza a misura a tutti coloro che hanno fatto i “Tafazzi” dopo il turnover e la sconfitta dei rossoblu contro i clivensi.
Il Genoa oltre ad aver un gioco , ha dimostrato di avere le palle contro la Juve migliore della stagione.
Andato sotto di uno a zero, in molti, si aspettavano la passeggiata della Vecchia Signora.
L’entrata  in campo della Nord dopo 10’  di sciopero, con il suo urlo,  per protestare contro la Tessera del Tifoso,   ha rivitalizzato il Vecchio Balordo.
Juventus in grado spaventare Mourinho per la corsa allo scudetto, calcolando che mancavano Sissoko e Diego.
Squadre che giocavano in un fazzoletto con un pressing asfissiante , con 9 giocatori , da entrambe le parti , dietro la linea del pallone in fase difensiva e davanti al pallone in fase offensiva.
Il Genoa contro la Juventus ha dimostrato di essere solido, compatto e ben disposto alla battaglia.
L’unico neo di questa partita carica  di pathos, e ritmo,  che il gran gioco di entrambe le squadre ha creato pochi pericoli davanti ai portieri Amelia e Buffon.
Il Genoa è fiero di aver giocato alla pari contro la Vecchia Signora e di aver interrotto la  sua serie di quattro vittorie consecutive., ma al Grifo gli  rimane il rammarico di aver pareggiato negli ultimi minuti finali, su un pallone inattivo, con i rossoblu a fare le belle statuine. Ricordi di un pareggio del passato con il  Palermo per 3 a 3.
Tante discussioni sui tre gol annulati e convalidati alla Juventus da parte del secondo assistente Papi.
Questione di centimetri,  e decisioni finali dopo una decina di replay con l’aiuto di un goniometro da parte dei commentatori Tv e Moviolisti del giorno dopo.

Si giocava al Ferraris e le telecamere a disposizione erano solamente 6, invece di S.Siro dove sono 18, ed al sottoscritto alcuni dubbi sul gol regolare/pareggio  di Trezeguet rimangono ancora.
Il Fuorigioco si calcola quando parte il primo lancio non quando il pallone entra in rete.
Genoa Juventus, il pareggio è giusto.
La vittoria avrebbe avuto centro padri, ma la sconfitta sarebbe rimasta orfana,  per entrambi gli allenatori:  Ferrara perché avrebbe perso la vetta della classifica, contro Gasperini perché  avrebbe continuato il T.T.: il Tafazzi Turnover di Chievo .
Molti non hanno digerito la presa di posizione netta del tecnico rossoblu  sull’argomento Turnover ,   nelle conferenze stampa di pre-partita e dopo partita con la Juventus.