Stampa
23
Mar
2009

CALCIO. GENOA UDINESE 2.A 0. MILITO TORNA AL GOL.

Pin It

Genoa Udinese 2 a 0 . Bello e godurioso:  il  Genoa non gioca da Genoa e vince , e dopo 29 giornate di campionato non attraverso il suo gioco. Contano poco le modalità di come è arrivata la vittoria pesantissima contro i friulani prima della sosta per gli impegni della Nazionale.
Un 2-0 può darsi  penalizzante per l'Udinese, che recrimina anche per alcune decisioni di Ayroldi, in particolare la non concessione del rigore a Floro Flores proprio nell'azione che ha preceduto il vantaggio del grifo  oltre all'espulsione di Sanchez :  giusta perché  a termini di regolamento non si possono battere le mani in faccia al direttore di gara, e il cileno era già stato perdonato alcuni minuti sempre per lo stesso motivo.
Il Genoa due punti sulla Fiorentina, e 5 sulla Roma, anche se non è  brillante  come qualche settimana fa, vince  da grande squadra e con un grande allenatore.

Gasperini quando ha visto la squadra in difficoltà contro la capacità di palleggio dei friulani  con una mossa ha cambiato l’esito della gara,   togliendo  Rossi e mettendo  dentro Olivera facendo  capire quale erano le sue intenzioni , non essere interessato al pareggio. Gasperini  giocando con 4 attaccanti, bloccando i difensori bianconeri al  limite della propria area  , ha spezzato l’Udinese in due,   non permettendo più alla  squadra di Marino di sviluppare il gioco attraverso il palleggio dalla sua area di rigore, togliendo la possibilità al suo giocatore di più qualità D’Agostino di armare il suo sinistro con lanci in profondità per le punte.
L’Udinese reduce dalla qualificazione Uefa si è presentata a Marassi con solamente 4 giocatori che avevano disputato i quarti di finale in Russia e per nulla intenzionata come era stata descritta alla vigilia stanca e rinunciataria.

Contro i Friulani in casa rossoblu  hanno pesato più che  le assenze, i cambi a diposizione di Gasperini in panchina c’erano:   Lamanna,Terigi,Costantini e Ferraro, quattro calciatori della primavera, ed ogni mossa il trainer dei Grifo doveva  pesarla e bene e non sbagliarla :  Marino il trainer dei friulani poteva contare in panca  su Di  Natale Quagliarella,utilizzati nel finale, più  Obodo Inler e Pepe.
La sosta per il Genoa arriva al momento giusto, c’è bisogno di ricaricare le batterie fisiche e recuperare anche gli assenti.
Non ci sarà bisogno di ricaricare le energie psichiche perché la squadra di Gasperini si ripresenterà a Reggio calabria  per la 30ma giornata di Campionato con un tabellino che dice: 51 punti in classifica,16 punti in più  rispetto allo scorso anno, 14 vittorie, 9 pareggi  e sei sconfitte ,  39 gol fatti e 27 subiti : terza difesa del campionato. Difesa arricchita,  con un altro fiore  all’occhiello per la stagione rossoblu:   la  convocazione di Bocchetti nella Nazionale di Lippi.

Dati importanti che non fanno fare voli pindarici al Presidente Preziosi che invita a “ Volare basso” ed a Gasperini contento di aver rosicchiato punti 9  al  Palermo,10 alla  Lazio, in ottica Uefa.
Solamente una nota stonata al Ferraris : 1500 più 500 Friuliani gli spettatori paganti oltre i 22800 abbonati.
Il Ferraris nelle prossime partite dovrà farà la differenza con il suo apporto per continuare a sognare di partecipare   alla  Coppa con le “orecchie.
Dirigenza e giocatori ,anche se lo nascondono ci credono, la prova Gasperini pur essendoci la sosta ha dato l’appuntamento per Martedì pomeriggio al Pio Signorini