Stampa
15
Nov
2008

CALCIO GENOVA. AL FERRARIS SAMPDORIA LECCE

Pin It

Arriva il Lecce al Ferraris contro la Samp.Domenica  ha pareggiato in zona Cesarini con il miglior Milan stagionale in trasferta. Pareggio pesante per gli uomini di Mister Beretta , ma non giusto. Il Milan ha fatto la partita e loro hanno sfruttato un solo pallone inattivo in tutta la gara.
Quello che i salentini hanno messo in campo contro il Diavolo lo si può identificare non in un solo reparto, ma quanto nello spirito della squadra abituata a lottare fino in fondo.

La garanzia di tutto ciò è Beretta tecnico realista , che ha trasmesso ai giocatori il suo concetto chiaro di calcio fatto tutto di compattezza: il Lecce in questo campionato si è sempre difeso con ordine  giocando in contropiede pungente e insidioso.

Tatticamente il Lecce gioca in due versioni quello casalingo, due mezze punte e due attaccanti e quello da trasferta un 4 5 1 insidioso, rimpiazzando le due mezze punte con due cursori di centrocampo, rinunciando tante volte al gioco , ma chiudendo tutti gli spazi agli avversari. Adesso è di moda dire in molti dietro la linea del pallone, in realtà un bel catenaccio pronto a sfruttare il contropiede di massa appoggiandosi al suo “Tir” Tiribocchi per far salire la squadra.
Questo modulo double /face a Beretta gli ha permesso di fare 12 punti in classifica, la maggior parte di punti li hanno fatti allo Stadio del Mare di Lecce:  10 punti su dodici e fuori casa hanno realizzato solo un gol  su 10 realizzati, ma incassandone anche pochi 7 sui dodici complessivi.
I numeri per raccontare Sampdoria Lecce sono utili, perché contro i salentini occorrerà una Samp  garibaldina che aggiri il fortino di Beretta giocando sulle corsie laterali e non per vie centrali per arrivare al gol.