Stampa
17
Nov
2008

CALCIO. I PENSIERINI DI MARMORATO: GENOA.CAMPIONATO E ARBITRI

Pin It

Alcune settimane fa dissi che il Genoa  era “Napoleonico”, nel giudicare le sue  prestazioni: dalla polvere all’altare o viceversa ,senza mai chiedersi il perché.Vince 6 partite consecutive al Ferraris si vanno a cercare le partite degli avi, perde per 4 a 1 contro la Juventus e subito: il novembre nero di Gasperini, il tabù del Gaspe che non riesce a sconfiggere la Juventus ecc.

Il Genoa ha perso contro la Juventus non per la differenza tecnica(che c’è), perché la Juventus operaia si è battuta subito ,  con umiltà, e grinta e agonismo  incredibile, dimostrando di aver più “fame” del Grifone.
La Juventus ha fatto il Genoa al Ferraris aggredendo, buttando nella mischia pressing e spinta offensiva che hanno mandato fin dall’inizio i piani tattici di Gasperini. Nasce spontanea la domanda il Genoa ha sbagliato l’approccio alla gara o la formazione di Gasperini era sbagliata ? Difficile dare una risposta, ma visto e considerato che la Juventus ha sfondato sempre sulla sinistra qualche perplessità  sulla collocazione di Gasbarroni a controllare Grygerà , non riuscita, con  Rossi e Criscito imbottigliati nei triangoli bianconeri sulla corsia di sinistra ,  sembra legittima.

Ci sono anche gli alibi degli errori dell’assistente Griselli e di Rocchi, ma reggono poco, perché si è avuta l’impressione che il Grifo sia partito con la retromarcia tattica all’Olimpico di Torino, più propenso a difendersi che ad attacare  .
La 12 giornata di campionato non ha giocato contro il Genoa, solo il Catania lo ha superato in classifica e tutte quelle davanti hanno perso.
Il Campionato del Genoa deve ripartire domenica prossima contro la Lazio in un altro Olimpico quello di Roma, ma il Vecchio Balordo dovrà scendere contro Delio Rossi e la sua band,  con i suoi abiti ,il suo gioco e fare i conti alla fine della partita.

Il Genoa di Gasperini non è abituato a giocare in molti dietro la linea del pallone, la sua forza è quella di imporre il proprio gioco e non subirlo. Contro la Juve hanno perso tutti i rossoblu, eccetto il Presidente Preziosi che vede confermata la sua scelta di aver azzeccato per l’ennesima  volta il centravanti delle sue squadre: Milito,capocannoniere con 10 reti.
La 12 giornata ha detto che è finito il campionato delle squadre di media classifica ?
Difficile dirlo meglio aspettare almeno la fine del girone  di andata, guardando il calendario della  prossima giornata, la 13.ma.,alla fine,  si potrebbe nuovamente gridare “miracolo in provincia”.
Nel campionato 2008/2009 , fino adesso, è predominante il fattore casalingo e i filotti di vittorie consecutive di sprecano per molte squadre, che regolarmente in trasferta perdono.Perchè ?
Una piccola analisi dopo 12 giornate di campionato sembra dare le  colpe agli allenatori e alla personalità dei giocatori che in trasferta pensano prima  non prenderle e dopo giocare.

Oggi Mancini è stato votato come migliore allenatore della scorsa stagione. Per avere la Panchina d’oro il trainer di Jesi doveva essere licenziato dall’Inter dopo aver vinto il campionato. Mancini si consola potrebbe essere ad ore il nuovo allenatore del Real Madrid.
Altro tema caldo la sudditanza psicologica dei direttori di gara. Non si è ancora capito come viene misurata. Quale è   la differenza tra gli addetti ai lavori,specialmente gli opinionisti e gli arbitri ?
Gli arbitri sbagliano , tanto ! Però  vengono giudicati solamente dopo aver visto e rivisto le moviole, gli opinionisti difficilmente giudicano gli errori tattici e tecnici dei loro colleghi non a caldo , ma a freddo, che hanno determinato il risultato di una partita.

 L’errore più grosso  e principale di i d.d.g. in quasi tutte le partite è la Regola 11 il Fuorigioco.
A questo punto non si capisce perché le Società ,gli allenatori non si rivolgono a Collina e chiedono di ripristinare il Fuorigioco all’antica: quando sei al di là della linea del pallone sei in fuorigioco, senza aspettare allineamenti di busti,gomiti e capelli.Probabilmente  sarebbe un dispiacere per il Divin Pelato,ligio portare avanti delle idee di Blatter in nome dello spettacolo, che sta facendo diventare il calcio un circo mediatico,un grande fratello di bassissima qualità,  ma  potrebbe ridare dignità ad un categoria arbitrale e bellezza ad un campionato , prigioniero degli alibi di allenatori e dirigenti a coprire i propri errori  dopo ogni sconfitta. Tutto ciò sta già  succedendo in altri campionati Europei
Continuando di questo passo la seconda ipotesi la Moviola in campo. Apriti cielo,dove finirebbe il calcio business all’italiana !