Stampa
28
Feb
2009

CALCIO . IL SIENA CONTRO IL GRIFO IN TOSCANA

Pin It

Il Siena domenica scorsa ha perso contro la Roma per un gol dell’ex Taddei. Mister Giampaolo del Siena  aveva preparato bene la partita contro i giallo rossi  , ma non ha avuto il coraggio di rischiare un po’ di più . Ha preferito controllare la gara , per non lasciare mai spazi a Totti e Baptista ,  contro una Roma così rabberciata doveva osare di più.

Buona la gestione del pallone e le chiusure da parte dei bianconeri senesi , ma rinunciare a priori alla fase offensiva è stato  un  errore contro una Roma orfana di 6 elementi ed un Totti al 40%. Non è servito tenere in panchina Amoruso e Ghezzal, le due punte toscane  e metterle dentro  dopo il gol di Taddei della Roma.
Un punto nelle ultime quattro partite. Peggior attacco del campionato 19 reti realizzate. Il Siena  deve incominciare  a guardare la classifica, a 27 punti.

Essere corti, raddoppiare bene  sulle  corsie laterali nella fase offensiva , ma se davanti al portiere  Curci,   i  “giganti d’altezza”  Portanova e Brandao  sbagliano sistematicamente(in trasferta) ,  non serve a nulla  sacrificare  un gioco d’attacco dove Maccarone, Kharya, Ghezzal, Frick  e Amoruso hanno più qualità dei difensori. Giocare bene e non segnare non fanno classifica.
Il Siena e Giampaolo il suo allenatore, come tanti altri  in serie A, hanno una prerogativa:chiudere gli spazi con una squadra compatta,far giocare male gli  avversari, gioco brutto ma efficace, pur avendo a disposizione armi per fare la partita. Contro le squadre di Giampaolo,in serie  A, è difficile  giocarci contro, per il suo modo di interpretare la partita e di stare in campo. Se il diritto della medaglia ,già detto, ( 19 reti  realizzate  complessivamente ) ,  il rovescio che in casa i toscani hanno incassato solamente 7 reti(record da dividere solo con il Milan),realizzandone 12. 

Kharya, attualmente è l’uomo più dei senesi,  inizia tre - quartista e finisce per giocare davanti alla difesa,contro la Roma.

4 3 1 2 il modulo adottato dal Siena di Giampaolo, e l’arrivo di Amoruso dal Torino dal mercato di gennaio non ha , portato benefici , alla  mancanza di peso  e di precisione davanti. Il centrocampo a tre dei senesi, con Vergassola, Codrea e Galoppa  patiscono se non vengono aiutati dagli esterni difensivi e dal ripiegamento di qualche attaccante.