Stampa
25
Ago
2011

Calcio italiano alla frutta tra scioperi e calciomercato

Pin It

 altSamp debutta in serie B. Genoa la punta arriverà. Il calcio italiano tra sciopero dei calciatori, che vogliono recuperare la giornata , sciopero della fame del Presidente degli

è bollito come dice il Presidente del Napoli, ma insensato, alla frutta. Tutto sta nel manico. La Figc, non esiste più e non è in grado di trattare con nessuno. L’unica preoccupazione del maggior organo del calcio, che non interviene mai, insieme all’Osservatorio Nazionale sulle manifestazioni calcistiche è quella di non fare andare i tifosi in trasferta neanche quando sono legati e gemellati da profonda amicizia.


Paradossale la chiusura del S. Paolo ai tifosi del Genoa senza la TDT , fregandosene per di più in un momento di crisi economica, del piccolo contributo dei tifosi rossoblu che avrebbero portato non al calcio ma alla città di Napoli, ai mezzi di trasporto, ecc… Calciomercato rossoblu: l ’ansia dell’arrivo di una punta , senza neanche aver mai visto Ze Eduardo all’opera è solamente dei tifosi del Vecchio Balordo. A Pegli in società sono tranquilli e monitorizzano dal Presidente a Capozucca, e allenatore, il mercato internazionale degli attaccanti ed assicurano che una prima punta arriverà e non dovrà essere per forza un Top player. Gilardino, Borriello i sogni dipendono da Fiorentina e Roma. Occorre uno sforzo da parte delle società di lasciare andare via i calciatori che sono d’accordo e felici di vestire la maglia del Grifone.

L’ impegno grande di Preziosi , in questo momento è quello di tenere Kucka e Palacio. Con l’Inter i rapporti, ad oggi, si sono raffreddati. Kucka fa gola non solo ai neroazzurri in Italia ma anche all’estero. Se lo slovacco andrà via, il Genoa potrebbe scegliere le sterline inglesi in contanti o lo scambio con soldi a suo favore in Italia per un bomber di razza… lo slovacco sarebbe sostituito con un altro calciatore con le stesse caratteristiche, da trovare sul mercato non solo italiano. Ripetendo la prima punta potrebbe essere non di prima fascia , un calciatore in grado di darsi il cambio con Pratto, aspettando di vedere Ze Eduardo, che se fosse stato acquistato in questi giorni avrebbe creato entusiasmo e abbonamenti. Sul campo si ferma anche Merkel per problema muscolare il candidato ad essere il trequartista centrocampista nel modulo di Malesani. Fuori Merkel dentro Birsa, sciopero permettendo, contro il Napoli, oppure cambio di strategia tattica, senza numeri, per Malesani ? Importante che le due fasi di giuoco difensiva ed offensiva non abbiamo rotture sul terreno di giuoco. ( Lino Marmorato)