Stampa
18
Gen
2008

CALCIO. JUVENTUS CONTRO LA SAMP

Pin It

La Juventus non ha partecipato ai fuochi di artificio della prima giornata di campionato del 2008: sei vittorie in trasferta e tanti goal. Ha pareggiato a Catania all’ultimo minuto su calcio di rigore di Del Piero. Un’ approccio troppo morbido dei bianconeri alla gara, dicono in molti, io invece sono convinto che nel calcio tutti i nodi alla lunga vengono al pettine. Alla  Juve serve più qualità in mezzo al campo se vorrà continuare a mantenere il terzo posto in classifica. A Catania sono emersi in modo evidente tutti difetti  della squadra bianconera. Su 38 giornate di campionato non può sempre vivere sulle parate di Buffon e sull’estro di Del Piero e Nevded a sprazzi,  una squadra come la Juventus, deve avere necessariamente un giocatore a centrocampo di fantasia tra le linee, affinché  non sia sempre dipendente dalla forma fisica dei suoi giocatori e in special modo dei suoi centrocampisti abili  più a rubare palloni che a costruire gioco.Deve avere un gioco se vuol vincere, per non salvare la ghirba secondo tradizione della vecchia Signora sempre nei recuperi di gara.

Il pareggio contro il Catania della Signora è stato mascherato anche dietro una pesante preparazione a Malta durante il ritiro post natalizio. Può darsi ! Ho l’impressione che Ranieri al Cibali abbia sbagliato formazione: inutile Thiago sulle trequarti e corsie laterali regalate al Catania. Il tecnico bianconero ha rimediato nell’intervallo quando con Marchionni in campo ha riproposto il 4 4 2 .Baldini il trainer siciliano con il 4 3 3  mascherato   con Mascara e Spinesi ha messo varie volte in difficoltà  la difesa bianconera.
Con tutto questo non voglio dire che la Samp avrà vita facile domenica all’Olimpico di Torino, alla Juve oltre i difetti bisogna riconoscere un grande pregio: un gruppo che non molla mai.

Contro l’Empoli in Coppa Italia martedì scorso, andata sotto,  ha ribaltato il risultato vincendo per 5 a 3.Altra prova di carattere degli uomini di Ranieri ma ha lasciato sul campo  Chiellini perso per un mese. In difesa si fa dura per Rainieri,adesso si sarà pentito di aver mollato facilmente Criscito. Giocherà Legrottaglie ma da scegliere il suo compagno al centro della difesa: Boumsong o Grygera. Scelta obbligata e dopo quello visto martedì contro l’Empoli nessuno dei due ha convinto. Il colored è rimasto a lungo fermo per un incidente muscolare e non è al 100%, Grigera non gradisce giocare centrale ,contro l’Empoli si è dimenticato di Pozzi e Antonini dentro l’aerea di rigore che hanno bucato Belardi, vice Buffon, da due passi. 
Probabile 4 4 2 contro la Samp, con l’”ultima puntata” aspettando Thiago o Almiron al posto di Nocerino squalificato, ambedue con le valigie in mano.

                                                            Lino Marmorato