Stampa
13
Mar
2009

CALCIO. LA ROMA AL FERRARIS CONTRO LA SAMP

Pin It

Una Roma malconcia e nervosa non è andata oltre l'1-1 nell'anticipo dell’ultima giornata di campionato  all’ 'Olimpico con l'Udinese, un risultato giusto nonostante gli ospiti hanno giocato metà  ripresa in undici contro dieci per uno scatto di nervi di De Rossi.. Ai bianconeri friulani  manca un rigore, nettissimo, non dato dall’arbitro  Tagliavento per una smanacciata di Mexes,(già ammonito), ai giallo rossi un'occasione di Montella, ormai arrugginito per certi livelli, agli ultimi minuti di gara. L 'aeroplanino si è mangiato un gol  che ai tempi buoni avrebbe trasformato.  con la benda sugli occhi e le mani legate dietro alla schiena. La  Roma imbarca acqua e guai ad ogni partita, contro l’Udinese è toccato a Pizarro lasciare il campo per infortunio muscolare.


 Mister Spalletti non gioca più con l’albero di Natale , ma contro la Samp potrebbe trovare  anche altre soluzioni al 4 2 3 1, di nuova fattura  con Mexex,De Rossi ,squalificati, Perotta,  Cicinho,  infortunati , Aquilani e Totti e Pizzarro  ,se giocheranno  al 50% , da aggiungere anche Taddei e Juan stirati durante la gara con l’Arsenal di Coppa.  Spalletti si consolerà con Motta l’ultimo arrivato che contro i suoi ex compagni è stato l’unico  a meritare il segno positivo, ed anche con il carattere dei giallo rossi guidati da Panucci il ribelle;  contro i friulani e paradossalmente in 10 contro 11 i figli della Lupa  hanno messo alle corde la squadra di Quagliarella e compagni, creando occasioni gol non sfruttate da Baptista,Vucinic e Montella. La Roma in questo momento soffre del sintomo di persecuzione dopo le parole di Mourinho della scorsa settimana, e la settimana dei veleni secondo loro,scatenate le radio romane,  ha pesato in particolare su De Rossi,cacciato dal d.d.g., ma il comunicato del giudice sportivo è stato inflessibile per De Rossi soprannominato ormai De Rosso, dopo i cartellini in Champions ed in Campionato: 2 giornate per parole ingiuriose, con l’aggravante di essere capitano. 

La Roma è uscita dalla Champions ai calci di rigore contro l’Arsenal, le ripercussioni sono tante nella Capitale, ma Mazzarri non si deve fidare, neanche della stanchezza dopo 120’ di giuoco dei romani. Gli uomini di Spalletti  ci hanno abituato a vederli dare il meglio in questo campionato in piena emergenza e non quando sono stati al completo. La Formazione giallorosa  bisogna rimandarla alla “Voce”  del Ferraris. Devono contare i cerotti che attualmente coprono il Centro Sportivo di Trigoria,sede degli allenamenti di Totti e compagnia.