Stampa
05
Mar
2009

CALCIO. LA SAMP BASTONA MAURIGNO IN COPPA ITALIA

Pin It

 Bella vittoria della Samp per 3 a 0 contro l’Inter all’andata della  semifinale di Coppa Italia.La cronaca: vittoria netta della  Samp  in gol, già nei primi 45 minuti, Cassano e Pazzini (doppietta per lui) che sfruttano i molti errori difensivi della squadra di Mourinho. Nella ripresa, con un uomo in più (espulso Gastaldello per doppio giallo) la squadra di Mourinho sfiora il gol più volte ma sono decisive le parate di Castellazzi..
La Samp ha accesso i riflettori per giocare l’evento Coppa Italia , l’Inter non sollecitata dalle parole del suo allenatore sfodera una prestazione abulica, e li ha spenti  con grandi errori , non da grande squadra.

La Samp merita la vittoria ci ha creduto subito all’inizio della partita, il sogno della finale della Coppa Italia per riscattare la stagione anonima , non è proibito.  La solita Inter sorniona che ha già regalato  tanti primi tempi agli avversari abile solo nel possesso pallone e dopo affondare ha dovuto fare i conti  con la Samp, messa bene in campo da Mazzarri.

La Doria  è stata abile sulle corsie laterali,pronta a cercare la profondità giusta per Cassano e Pazzini,bravi a sfruttare i clamorosi errori della difesa di Mourinho.
La sconfitta dell’Inter è senza attenuanti.    Ad  aprire la sconfitta ed accendere la Samp  ci ha  pensato  una frittata dell’impresentabile Rivas, che fa il paio con quella di una settimana fa che aveva dato il via libera a Giggs a  San Siro: Cassano non è il gallese  e supera Toldo.

Adesso il 22 aprile prossimo nella partita di ritorno solo un atto folle , come quello di Gastaldello sul 3 a 0, che ha   lasciato i compagni in 10 a faticare contro i singoli giocatori interisti,potrebbe privarla della finale della Coppa Italia 2008/2009, ma con la premiata ditta Cassano Pazzini che  crea e Castellazzi che  conserva sarà difficile per lo Special One,  che un giorno dovrà spiegare in un conferenza stampa,  la differenza  tra la prostituzione intellettuale   e quella applicata al momento di presentare la lista Champions dei giocatori con Rivas  dentro e Crespo fuori.