Stampa
09
Mar
2008

CALCIO. LA SAMPDORIA OPERAIA VINCE A PARMA

Pin It

La Samp operaia vince la sua quarta partita in trasferta e lontano dal Ferraris,  la terza senza Cassano(Siena,Cagliari,Parma).  Vince per 2 a 1 al Tardini di Parma sfruttando le uniche doti con un solo attaccante a disposizione di Mazzarri.  Squadra corta ,molto chiusa,fase difensiva quasi perfetta. Tutto ciò a discapito del gioco,  solamente palloni lunghi a scavalcare il centrocampo avversario. Tre punti importanti, 39 in classifica, in emergenza che avvicinano la Samp all’Uefa e all’Udinese a 40 punti.

Mazzarri inguaia il Parma e Di Carlo, ma il trainer dei ducali ci ha messo molto del suo. Giocare con un fantasista, trequartista,Gasbarroni,  tra le linee di una squadra che si difendevano in 9 è stato il suicidio tattico dei parmigiani,senza sfruttare le corsie laterali per attaccare il bunker blucerchiato,sistemato bene davanti a Castellazzi, che non lasciava  nessuno spazio a nessuna giocata.
Troppo tardi  l’entrata  dell’altra punta ad affiancare  Lucarelli, un “tronco” dentro l’aerea della Samp. Iniziare con una punta statica(Lucarelli) finire con 4 punte non ha giovato al Parma,anzi solo casino con palloni a spiovere dalla trequarti a favorire la difesa della Samp, che ha sbagliato solo una volta in occasione del gol di Budan.
La Samp favorita dal primo gol di Maggio ha amministrato bene la gara con pressing  e raddoppi di marcature sui portatori di pallone avversari,costretti a lanci lunghi a cercare l’unica torre dei crociati(Lucarelli) nella morsa di Gastaldello e Lucchini.

Gasbarroni ha sbagliato anche un rigore, concesso generosamente dal Direttore di gara Celi.
La Samp ha vinto con il cuore, ma se vorrà centrare l’obiettivo anche senza le punte di movimento,Cassano e Bellucci,dovrà cambiare radicalmente il suo gioco per vie centrali. Neanche un cross , pur avendo a disposizione le due torri: Bonazzoli e Del Vecchio davanti.0 calci d’angolo a favore e zero calci di punizioni diretti e indiritti dal limite dell’area dei crociati.
Bonazzoli è tornato al gol dopo quasi un’ anno dall’incidente,l’ultima rete realizzata contro il Torino lo scorso anno ad Aprile  prima di rompersi il crociato nella stessa partita. Ha faticato, ha lottato a fatto salire la squadra e quando una sola volta è stato servito dall’unico calcio di punizione diretto vicino al calcio d’angolo ha fregato l’ex Falcone.

La vittoria di Parma dei blucerchiati è importante. Senza Cassano e Bellucci, ha continuato ad andare sempre  in gol come nelle 7 precedenti gare del girone di ritorno. Importante perché  si spera che abbia  invertito la tendenza che lontano dal Ferraris andasse sempre k.o.(un pareggio e 7 sconfitte nelle ultime trasferte).
Samp l’Uefa è vicina, ma guai    cullarsi nei tre punti di Parma.

                                                                    Lino Marmorato