Stampa
17
Apr
2009

CALCIO. LAZIO GENOA AL FERRARIS

Pin It

La Lazio ha cancellato le  tre sconfitte consecutive nel giorno più importante, con il meritato successo nel derby. Decisiva la partenza a razzo con il primo gol di Pandev, nato però da un angolo che non c'era, cui segue lo splendido raddoppio di Zarate. Poi traballa a lungo rischiando di farsi raggiungere sul 2-2, ma alla fine sfrutta la superiorità numerica festeggiando il 4-2. Ritrovata la vittoria,  va però ritrovata la difesa ancora troppo incerta,  ma il Derby è sempre una partita che fa storia a se.
La Lazio ha giocato il derby  facendo  la partita perfetta, con la partenza fulminea,  poi attendendo  la Roma,  cercando di pungere in contropiede;  sabato  in campo si è vista un'altra Lazio  rispetto all'ultime uscite, attenta, che ha  giocato  con impegno e con grande ritmo.

Per Lotito il Presidente padrone,   le tre  sconfitte consecutive e una settimana di ritiro sono serviti ad una Lazio in crisi nera per rinfrescare le idee e costruire una vittoria importantissima soprattutto per il morale. Per  il traballante Delio Rossi no ! L’  infermeria vuota e nessuna squalifica dal giudice sportivo, gli hanno permesso di schierare la sua formazione tipo :  4-4-2 offensivo, Rozehnal strappa la maglia da titolare a Cribari e  in attacco spazio a Zarate e Pandev con Rocchi relegato in panchina.
Le giocate individuali di Zarate, Pandev e Foggia feriscono in maniera letale la difesa romanista. Da rivedere a rallentatore i primi tre goal laziali, frutto di tre meraviglie degli infernali diavoletti.

 Quando la Roma riesce ad ingabbiare i tre per la Lazio sono dolori. La continua ricerca del 2-2 della Roma  ha liberato gli spazi che la Lazio, in superiorità numerica (10 contro 9), ha puntualmente sfruttato per vincere questo derby particolare, iniziato all'insegna della solidarietà e finito con tanti gol ma troppi espulsi.
Delio Rossi contro il Genoa domani ha in testa più la semifinale di Coppa Italia contro la Juventus di Mercoledì prossimo che la gara del Ferraris, ma non snobba la gara contro Gasperini.
Farà il turnover, con un gioco delle coppie: una formazione per il Genoa ed una per la Juve.
Dovrebbe essere il classico 4 4 2 il modulo di Rossi e dei  tanti ballottaggi messi  in atto nella partita del mercoledì contro una squadra dilettanti ne è rimasto solamente uno sulla corsia destra del centrocampo Del Nero o lo svizzero Lichsteiner,quest’ultimo potrebbe essere utilizzato anche in difesa al posto di De Silvestri. A centrocampo perso Foggia nell’ultimo allenamento spazio a Mauri a sinistra con Dabo che sostituirà lo squalificato Matuzalem(perdita importante per il centrocampo laziale) in coppia con Ledesma. I Centrali della difesa saranno Diakitè e Rozenhanal. Rocchi e Zarate davanti. Pandev in panchina. Derby del tiro bomba da lontano  tra i serbi Kolarov e Jankovic .