Stampa
10
Apr
2009

CALCIO. LECCE CONTRO LA SAMP IN PUGLIA

Pin It

’Ultima:  Milan Lecce 2 a 0. Risolta in due minuti di sbando leccese, dopo 88’ di perfetta copertura del  match.  Il Lecce resiste al Milan fino allo scadere, ma nei minuti di recupero prima Ronaldinho e poi il solito Inzaghi affossano i pugliesi.  Se all’andata il Lecce tolse la vittoria ai rosso neri proprio nel recupero, questa volta sono Ronaldinho e Inzaghi a cancellare le speranze dei salentini di uscire dal Meazza con un pareggio che avrebbe dato morale a una squadra sempre al penultimo posto della classifica.
Il Lecce tiene a bada tutti i grandi nomi del Milan con un ordinato 4-4-1-1 con Caserta e Tiribocchi che cercano comunque di dar fastidio a Dida.
Giacomazzi gestisce bene una gran quantità di palloni e, nel complesso, nel primo tempo il piano di De Canio,tecnico dei giallo  rossi  ha  funzionato contro le stelle di Ancelotti.
C'erano una volta le "piccole", ma evidentemente non ci sono più. O magari le "grandi" si sono rimpicciolite a dispetto dei nomi.
Il centrocampo del Lecce ,molto coperto, è stato asfissiante contro Kaka e Seddorf, che non sono mai riusciti ad accelerare ,facendosi spesso ingurgitare dal centrocampo salentino  che oltre ad essere asfissiante era anche afoso viste le marcature .
Il Lecce dal canto suo la partita, almeno quella che aveva in mente, l’ha fatta: arcigna maniera di difendere, pressing asfissiante, ripartenze ordinate. Non ricette per mettere paura a Dida  , ma abbastanza per imbrigliare i rossoneri, costringendoli nel primo tempo a un solo tiro  (fuori) degno di nota, quello di Pato allo scadere.
De Canio contro la Samp non sarà prudente come contro il Milan e deve decidere se giocare con Lecce a trazione anteriore con un 4 3 3 , o leggermente più prudente con 4 3 2 1.Non avrà Polenghi squalificato in difesa e Cacia infortunato.

Cosiderato che la Samp giocherà con il classico 3 5 2 Caserta tra le linee blucerchiate è la soluzione più probabile con Tiribocchi e Castillo davanti.
La probabile formazione salentina: Benussi in porta, Angelo,Fabiano,Esposito e Ariatti nella difesa a quattro, nel centrocampo a tre Munari,Giacomazzi,Vives, Caserta ,con il doppio compito di trequartista e centrocampista alle spalle di Tiribocchi, il “Tir” salentino  con le spalle alla porta con Castillo ad incrociare da sinistra verso il centro.