Stampa
26
Set
2009

CALCIO. L'UDINESE INCONTRA IL GENOA ALLO STADIO FRIULI

Pin It

L’Udinese nell’ultimo  mercoledì di Campionato ha battuto il Milan per 1 a 0 . Protagonista il solito Toto di Natale, 7 reti in cinque partite e il Milan di Leonardo che oltre non avere più Ronabunny, si è persa anche Pato troppo sgonfio per essere così giovane,  subito  adattato ai ritmi troppo lenti dei rossoneri.
Ma la sorpresa del Friuli nel turno infrasettimanale di Campionato  è stata che Marino il trainer dei friulani ha rinunciato  al suo calcio “champagne”, cioè il 4 3 3  rifugiandosi in un 4 4 2 italico , pronto ed abile al contropiede.
L’Udinese contro il Milan è stata abile nel  prendere  d’infilata il prolungato possesso pallone del Milan presentandosi dritti davanti al portiere rossonero Storari.
La forza del tecnico bianconero  Marino contro il Milan è stata quella di aver capito il momento di difficoltà manifestato dalla sua  squadra in questo inizio di campionato mettendo in cantina  un marchio tattico  di fabbrica friulano: 3 attaccanti, scegliendo un modulo più attento e pronto alle ripartenze.
Il risultato contro i rossoneri gli ha dato ragione, ma un’Udinese senza gioco è una notizia.
L’Udinese ha rinunciato al 4 3 3 dopo la partenza di Quagliarella all’ultimo calcio mercato.
 Ci ha provato Marino con Corradi il sostituto di “Quaglia”  o Floro Flores, ma entrambi  non hanno le caratteristiche del napoletano per mancanza di mobilità   
Tutta la stagione dell’Udinese probabilmente si giocherà  sulla principale mutazione avuta davanti sia Corradi che Floro Flores i sostituti di Quagliarella devono essere serviti in un modo diverso: Corradi in profondità e Floro Flores in diagonale.
Rispetto allo scorso anno l’Udinese è cambiata poco, oltre i soliti giovani arrivati da tutto il mondo,   ai saldi finali del calcio mercato   è arrivato da Empoli Lodi, ma per adesso non viene utilizzato nel suo ruolo preferito il tre quartista.
L’idea dei Friulani trasformare Lodi in un clone di  D’Agostino, play maker, in previsione di un prossimo addio del suo Capitano. 
Il tecnico Marino contro il Milan ha   utilizzato Lodi come  centrocampista alla destra di D’Agostino, con Inler a sinistra.
Probabilmente prossimamente, ed anche  contro il Genoa  l’Udinese si orienterà verso la mutazione definitiva del suo modulo dal 4 3 3 al 4 4 2 a rombo con D’Agostino vertice basso e Lodi alto, ma per ottenere risultati dovrà richiedere sacrifici a Pepe schierato a sinistra ed a Lukovic a destra come esterni di centrocampo.
Operazione non facile visto che contro il Milan i friulani nel secondo tempo sono andati in apnea.
In difesa rispetto alle prime partite di Campionato sono stati accantonati : Felipe e Zapata(per leggero infortunio)  due colonne difensive  degli scorsi campionati. Al posto dei due sudamericani giocano Basta  un serbo del 1989 e Coda.
La domanda finale contro il Genoa tornerà  l’Udinese non Champagne ma con le Bollicine del prosecco Friulano con i tre attaccanti o l’ Udinese sarà   più attenta al risultato che al giuoco, rinunciando ad una punta  ? La risposta alle ore 15 .00 di domenica prossima !