Stampa
22
Dic
2008

CALCIO. PANDORO ROSSOBLU CONTRO IL CHIEVO

Pin It

Genoa dentro il Pandoro di Verona, trova il suo Gormiti, il suo Cicciotello nero è Olivera, al suo primo gol stagionale a due minuti dal termine della sfida del Bentegodi di Verona, trasformato in Bengodi per i 1500 genoani sugli spalti.Genoa in piena emergenza , 10 gli assenti compreso il Principe Milito, ma il solito Genoa di Gasperini: varietà di schemi in attacco e in difesa, calcio poco offensivo, visto le assenze , ma giocato con criterio.Calcio che piace e dà risultati.Il Chievo Verona perde e si attacca alla sfortuna. La squadra di Di Carlo oltre essere asfittica in zona gol, coglie due pali su disattenzioni della difesa rossoblu e non per merito del proprio gioco.Il trainer dei clivensi ci mette anche del suo inizia la gara contro questo new-grifo, con il doppio play maker rinunciando ad un interditore a centrocampo.

Solamente dieci minuti e Gasperini spostando Vanden Borre a tutto centrocampo a pressare con Juric e con una squadra corta ha preso in mano il “pallone” della gara.L’altro errore di Di Carlo non accontentarsi del pareggio e quando al 75’ ha fatto fuori i due terzini esterni con due attaccanti, il Genoa è andato a nozze.La fornita retroguardia rossoblu non ballava contro i tre attaccanti clivensi, mentre negli spazi gli inserimenti dei centrocampisti e lo svariare di Olivera davano fastidio alla retroguardia gialloblu.Olivera solo un pallone giocabile ed un gol, ha fatto anche una buona gara facendosi marcare da due avversarsi e sgomitando per la squadra.L’altra novità di giornata dall’inizio era Jankovic. Il serbo ha dimostrato di avere numeri da calciatore,.ha dato il suo contributo,ma la lontananza dai 90’ di gioco si è fatta sentire. Genoa alla fine dell’anno solare a 29 punti in classifica, al sesto posto della graduatoria. Una classifica che va oltre le aspettative dice Gasperini, ma il Vecchio Balordo se la merita per il gioco messo in mostra.La gara con il Chievo ha detto , prima dell’apertura del calcio mercato invernale, che la rosa del Genoa è competitiva; Olivera può anche fare il vice Milito e che il futuro , non solo in questo campionato potrebbe essere genoano.

La difesa del Grifo contro il Chievo era composta da tre under 21: Criscito,Bocchetti ,Sokratis e Biava 27 anni, in panchina con Gasperini vi erano un 1990, due 1991 ed un 1992. El Sharawy di padre egiziano e madre italiana, nato a Savona è il più precoce rossoblu ad aver debuttato in Serie A, ed anche bene, a 16 anni ed un mese. L’egizio rossoblu ha rubato il record a Simonetta con i suoi 16 anni e 9 mesi.Adesso il campionato va in vacanza, e regolarmente scatteranno le voci per il calcio mercato invernale.Al Genoa non urgono rinforzi, o giocatori che arrivano per giocarsi il posto con quelli nella rosa rossoblu, ma giocatori che siano in grado di dare e subito un’ulteriore svolta di qualità alla Thiago e alla Milito. Il Joker ci sta pensando, e la voglia di centrare un obiettivo prestigioso in questo campionato sale di partita in partita.E’ dolce il Natale rossoblu e il suo Babbo Natale è nero(Ruben Olivera).Il Vecchio balordo non è solo avanti in classifica, ma anche nella globalizzazione.